Coronavirus, "farmacisti disonesti saranno cacciati"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
09
Dom, Ago
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Coronavirus, "farmacisti disonesti saranno cacciati"

Coronavirus, "farmacisti disonesti saranno cacciati"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Serrati i controlli sui ricarichi sulle mascherine. "Su 19mila farmacie, abbiamo avuto soltanto 4-5 casi in Italia di farmacisti disonesti: questi farmacisti saranno cacciati da Federfarma e Federfarma si costituirà parte civile in un eventuale processo a loro carico".

Coronavirus,
Coronavirus, "farmacisti disonesti saranno cacciati"

 

Così Vittorio Contarina, presidente di Federfarma Roma e Lazio e vicepresidente Federfarma nazionale, ai microfoni di Radio Cusano Campus. 

"Sta accadendo quello che non dovrebbe accadere in tempi di come questi, di guerra: i prezzi sono liberi e il prezzo lo fa il mercato e quindi in carenza di mascherine i fornitori, e sottolineo i fornitori, hanno triplicato, quintuplicato i prezzi delle mascherine alle farmacie. Mi è capitato di leggere una mail che diceva 'purtroppo anche questa settimana il prezzo è aumentato del 16% per via della domanda e dell'offerta'. E non è solo una, tutte le fatture sono così. Laddove miracolosamente arrivino mascherine, che non ci arrivano più, quelle chirurgiche che prima cosavano 20-50 centesimi ora costano 2,50 euro; le Ssp3 che cosavano 2 euro ora costano 8-9", aggiunge. 

"In questa situazione, sono apparsi dei personaggi che si professano essere 'intermediari di mascherine' che dicono di avere mascherine e vogliono il pagamento anticipato del 30-40% e poi le mascherine magari non arrivano. Bisogna stare attenti, io non mi fido, prima voglio vedere il cammello", prosegue. 

"Purtroppo durante questo periodo, rapinatori sciacalli stanno colpendo le farmacie romane e delle grandi città. Essendo rimaste aperte quasi solo le farmacie, più facili da prendere di mira rispetto ai supermercati, si sono moltiplicati rapine e furti notturni con scasso. Per fortuna le forze dell'ordine ci stanno dando una mano, ma non possono stare dapertutto. Abbiamo paura", afferma ancora.

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook