Coronavirus, nuovo decreto: arrivano multe salate
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
02
Mar, Giu
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Coronavirus, nuovo decreto: arrivano multe salate

Coronavirus, nuovo decreto: arrivano multe salate

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto che introduce multe 'salate' per chi aggira le misure per arginare la diffusione del Covid-19.

Coronavirus, nuovo decreto: arrivano multe salate
Coronavirus, nuovo decreto: arrivano multe salate

 

"A livello sanzionatorio abbiamo introdotto una multa da 400 a 3000 euro" che ricalca le sanzioni per la "violazione del codice della strada" ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa a palazzo Chigi al termine del Cdm. 

"Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto urgente per continuare a contrastare il Coronavirus - ha scritto su Facebook il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro - È di vitale importanza rispettare le regole affinché si possa arginare il contagio e porre fine all'emergenza. Per questo abbiamo introdotto delle sanzioni nel caso di violazione delle norme: una misura rigorosa e necessaria perché la priorità è tutelare la salute di tutti i cittadini". 

"Il Paese sta attraversando una fase estremamente critica che per essere superata al più presto - ha aggiunto - richiede grandi sacrifici. Chi non osserva le disposizioni introdotte rischia di renderli vani e noi non possiamo permettere che ciò avvenga. Gli imprenditori, i lavoratori, le famiglie stanno fronteggiando ogni giorno la crisi del Coronavirus e il Governo ha messo in campo tutti gli strumenti per supportarli, ma c'è bisogno della responsabilità di ogni singolo cittadino. Lo dobbiamo a chi combatte questa guerra in trincea, dalla sanità alle forze dell’ordine, dai servizi essenziali all'Esercito. È per rispetto nei confronti del loro straordinario impegno che servono misure atte a garantire la stretta osservanza delle norme".  

"Il Governo sta lavorando costantemente per fornire i rinforzi a chi è in prima linea a partire dai dispositivi di protezione individuale come le mascherine che inizieremo a produrre in Italia, mentre dall'estero ne arrivano a milioni ogni giorno. La disponibilità della terapia intensiva è aumentata del 64% e i posti letto sono quadruplicati. Il sistema-Paese sta reagendo con grande forza e spirito di squadra, noi continueremo a fare tutto ciò che è necessario per superare la crisi sanitaria, sociale ed economica e far ripartire l'Italia. Con il contributo di tutti ce la faremo. Restiamo a casa per restare uniti", ha concluso Fraccaro.

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook