Coronavirus Lombardia, altri 1500 positivi
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Mar, Set
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Coronavirus Lombardia, altri 1500 positivi

Coronavirus Lombardia, altri 1500 positivi

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

In Lombardia le persone decedute risultate positive al coronavirus sono 10.511, in aumento di 273 rispetto a ieri.

Coronavirus Lombardia, altri 1500 positivi
Coronavirus Lombardia, altri 1500 positivi

 

Lo ha detto l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, in diretta su Facebook. Le persone ricoverate sono 12.026, in aumento di 149 unità rispetto a ieri, mentre quelle ricoverate in terapia intensiva sono 1.174, in calo di 28 unità. I dimessi sono 33.881, in crescita di 1.150 da ieri. Sono 57.592 le persone positive al coronavirus in Lombardia, in aumento di 1.544 unità rispetto a ieri. I tamponi processati ieri sono stati 9.977, per un totale di 196.302. 

I dati sulla diffusione del coronavirus in Lombardia "non ci consentono di rilassarci", "non sono ancora stabili e non possiamo abbassare l'attenzione" ha sottolineato Gallera. "Il virus gira ancora. Le nostre relazioni si sono rarefatte e gira nella rete familiare e a volte sul lavoro. Cresce un po', ma è meno forte. Il virus probabilmente quando non trova molte persone fra cui diffondersi ha una forza minore e quindi le persone che arrivano a essere ricoverate sono meno gravi rispetto a quello che succedeva una volta", ha spiegato l'assessore al Welfare. Se dopo il 3 maggio "riusciremo a garantire il distanziamento, il virus, che continuerà a girare, sarà meno letale e meno forte", ha aggiunto.

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook