Coronavirus, altri 575 morti in Italia ma frenata casi positivi
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Coronavirus, altri 575 morti in Italia ma frenata casi positivi

Coronavirus, altri 575 morti in Italia ma frenata casi positivi

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Resta alto il numero dei morti in Italia per Coronavirus, ma rallenta l'aumento dei casi attualmente positivi e diminuisce ancora il numero delle persone ricoverate in terapia intensiva.

Coronavirus, altri 575 morti in Italia ma frenata casi positivi
Coronavirus, altri 575 morti in Italia ma frenata casi positivi

 

Nelle ultime 24 ore, secondo i dati forniti dalla Protezione Civile, hanno perso la vita altre 575 persone per un totale di 22.745 decessi dall'inizio dell'emergenza. I casi attualmente positivi sono 106.962, con un incremento di 355 unità nelle ultime 24 ore (ieri l'incremento era stato di 1.189 unità). 

I dati dell'emergenza in Italia 

Scende anche il numero delle persone ricoverate con sintomi: sono 1.107 in meno rispetto a ieri, per un totale di 25.786. In terapia intensiva si trovano attualmente 2.812 pazienti (-124). In isolamento domiciliare 78.364 persone. I guariti sono in tutto 42.727, di cui 2.563 nelle ultime 24 ore (numero più alto dall'inizio dell'emergenza). Dall'inizio dell'emergenza i casi totali sono 172.434 (+3.493). In tutto, sono stati eseguiti 1.244.108 tamponi. 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002

Seguici anche su Facebook