Fase 2: associazioni serramenti chiedono detrazioni al 70% e recupero in 5 anni
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
11
Sab, Lug
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Fase 2: associazioni serramenti chiedono detrazioni al 70% e recupero in 5 anni

Fase 2: associazioni serramenti chiedono detrazioni al 70% e recupero in 5 anni

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Aumento dal 50 al 70% dell’aliquota di detrazione prevista per i singoli interventi di sostituzione di infissi o schermature solari e abbassamento da 10 a 5 anni del recupero del credito anche per i singoli interventi, sia nel caso di recupero fiscale diretto, sia in caso di cessione del credito o di sconto in fattura.

Fase 2: associazioni serramenti chiedono detrazioni al 70% e recupero in 5 anni
Fase 2: associazioni serramenti chiedono detrazioni al 70% e recupero in 5 anni

 

È questa la proposta messa nero su bianco da tutte le associazioni di serramenti e schermature e sottoposta all'attenzione di Governo e Parlamento con l'obiettivo di equiparare la normativa prevista dal Superbonus anche per interventi singoli che contribuirebbero in maniera determinante all'efficientamento energetico delle abitazioni e quindi del Paese. 

Ad oggi infatti, ricordano le 16 associazioni di categoria firmatarie della proposta, le sostituzioni di serramenti e di schermature solari risultano escluse dal Superbonus riducendo così la possibilità di un percorso virtuoso verso una massiccia riqualificazione energetica del patrimonio immobiliare del Paese che, oltre a ovvi benefici di carattere ambientale, porterebbe anche a ordini e commesse per le Pmi che in questo periodo di emergenza Covid sono in grande sofferenza. Consapevoli che le casse dello Stato non possono permettersi misure che gravino sul suo Bilancio, la proposta, spiegano le associazioni di categoria, prevede che il valore massimo di detrazione per ciascuna unità immobiliare sia abbassato da 60.000 a 30.000 euro. 

Il Superbonus è una misura fondamentale che avrà effetti sicuramente positivi sia sulla sostenibilità ambientale che per la crescita economica. Al Governo chiediamo pertanto di renderla ancora più efficace inserendo anche la sostituzione dei serramenti tra gli interventi agevolati nell'iter di conversione del DL 34/2020: promuovere l’efficientamento energetico, sostenere l’occupazione e minimizzare l’impatto sulle casse dello Stato sono i cardini della nostra proposta che ci auguriamo possa essere accolta. 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook