Coronavirus, nuovo focolaio in Germania: 657 positivi in un mattatoio - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
12
Sab, Giu

Coronavirus, nuovo focolaio in Germania: 657 positivi in un mattatoio

Coronavirus, nuovo focolaio in Germania: 657 positivi in un mattatoio

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Nuovo focolaio di coronavirus nei mattatoi della Germania.

Coronavirus, nuovo focolaio in Germania: 657 positivi in un mattatoio
Coronavirus, nuovo focolaio in Germania: 657 positivi in un mattatoio

 

L'azienda tedesca Toennies ha annunciato di aver riscontrato 657 casi positivi fra i lavoratori della sua rete di impianti per la macellazione e la lavorazione della carne nello stato occidentale tedesco del Nord Reno Westfalia. 

Focolai di Covid-19 sono stati riscontrati in diversi mattatoi in Germania fin dal mese scorso, sollevando preoccupazioni sulle condizioni di lavoro e alloggio dei dipendenti, molti dei quali sono lavoratori temporanei provenienti dall'est Europa. Dopo i primi casi, il governo tedesco ha imposto test regolari a tutti i lavoratori della filiera della carne.  

Intanto, in un incontro che si è tenuto tra la cancelliera Angela Merkel e i premier dei 16 Land, è stato concordato che restano vietati per altri quattro mesi, almeno cioè fino alla fine di ottobre, i grandi eventi in Germania per evitare una nuova ondata di contagi di Covid-19. 

Parlando alla stampa al termine della riunione, Merkel ha esortato i tedeschi a mantenere il distanziamento sociale. Continuerà a essere richiesto il mantenimento della distanza di 1,5 metri fra le persone in pubblico e l'uso delle mascherine nei negozi e sui mezzi di trasporto. Le scuole però torneranno ad aprire normalmente dopo le vacanze estive. Ma solo se i contagi continueranno a calare. "Dobbiamo essere molto attenti per assicurare che le condizioni difficili che l'economia è costretta a sopportare non tornino a deteriorarsi", ha affermato la cancelliera.