Covid, Ricciardi: "In Italia allarme ancora controllato"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Lun, Set
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Covid, Ricciardi: "In Italia allarme ancora controllato"

Covid, Ricciardi: "In Italia allarme ancora controllato"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

L'Italia, in questi giorni, "continua a navigare in una situazione di allarme ancora controllato.

Covid, Ricciardi:
Covid, Ricciardi: "In Italia allarme ancora controllato"

 

La continuazione di questa navigazione a rischio dipende dai comportamenti: dobbiamo continuare a comportaci bene, distanziandoci, curando l'igiene delle mani e degli ambienti di vita e di lavoro e utilizzando le mascherine. Così possiamo mantenere il controllo di questa situazione". Lo sottolinea Walter Ricciardi, consulente scientifico del ministro della Salute Roberto Speranza e docente di Igiene all'Università Cattolica, ospite di Sky Tg24, commentando i dati in aumento sui contagi nel nostro Paese. 

"Ove queste misure venissero allentate potremmo trovarci in condizioni molto più gravi, come quelle di quasi tutti i Paesi che ci circondano", avverte Ricciardi, aggiungendo che in Italia "non è ancora finita la prima ondata. Non bisogna abbassare la guardia, ma anzi prepararsi in vista dell'autunno". Sars-Cov2 è diventato più buono in Italia? "Da noi il virus è lo stesso che sta saturando le terapie intensive di Florida e Arizona. Lì non sono riusciti ad appiattire la curva epidemica, noi abbiamo fatto tanti sforzi e riusciamo ora a identificare i casi in maniera precoce, peraltro più diffusi tra giovani. Abbiamo quindi una scarsa pressione sul sistema sanitario", ha replicato. 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook