Covid, perché i casi aumentano e l'Rt no?
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
20
Mar, Ott
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Covid, perché i casi aumentano e l'Rt no?

Covid, perché i casi aumentano e l'Rt no?

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Perché l’Rt nazionale non sempre cresce sopra 1 se i casi aumentano, come sta accadendo nelle ultime 5 settimane in Italia?

Covid, perché i casi aumentano e l'Rt no?
Covid, perché i casi aumentano e l'Rt no?

 

E' una delle domande frequenti che ricorrono ultimamente rispetto all'indice - ormai diventato quasi 'familiare' anche al grande pubblico - che descrive il tasso di contagiosità dopo l'applicazione delle misure di contenimento della malattia. A rispondere è l'Istituto Superiore di Sanità che dedica sul suo sito un approfondimento sul metodo di calcolo dell'Rt. 

"Nelle ultime 5 settimane in Italia - si legge nel focus - si è assistito ad un aumento nell’incidenza dei casi di Covid-19 mentre l’Rt calcolato sui casi sintomatici non sempre ha superato il valore medio di 1 nello stesso periodo, tranne nell’ultima settimana. Sebbene possa non essere intuitivo, i due dati - chiarisce l'Iss - non sono in contraddizione ma danno informazioni complementari". E questo "perché i due indicatori sono calcolati su dati leggermente diversi. Infatti il conteggio dei casi si riferisce al numero complessivo delle persone con infezione confermata da SarS-CoV-2 diagnosticate ciascun giorno sul territorio italiano (per data di diagnosi), mentre l’Rt è calcolato sul sottogruppo dei casi con sintomi non importati e riferito ai tempi in cui questi sintomi si sono sviluppati (per data di inizio sintomi). Quindi - conclude l'Iss - il calcolo dell’Rt è relativo ad una parte della curva e ad un periodo temporale 'sfalsato' di circa 1 settimana".

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook