Scuola, Galli: "Nel breve non saremo mai pronti a riapertura, ma va fatto"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
20
Mar, Ott
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Scuola, Galli: "Nel breve non saremo mai pronti a riapertura, ma va fatto"

Scuola, Galli: "Nel breve non saremo mai pronti a riapertura, ma va fatto"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

“Non saremo mai pronti nel breve alla riapertura delle scuole, perché non si può essere completamente pronti in una situazione di questo genere e partendo da una realtà delle scuole disastrata da decenni di carenze nell’intervento sulle strutture scolastiche.

Scuola, Galli:
Scuola, Galli: "Nel breve non saremo mai pronti a riapertura, ma va fatto"

 

Pensare di essere al meglio per poter fronteggiare un’epidemia come questa ora è un dato improbabile, però la cosa va fatta. Inoltre non è uno scandalo se l’apertura viene regolata a seconda del livello di preparazione e del grado sicurezza che nelle varie parti del Paese e anche nelle diverse scuole si riescono a raggiungere". Lo ha detto a Tribù, su Sky TG24 Massimo Galli, primario infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano. 

"Non è una gara tra maggioranza e opposizione o tra Governo e Regioni a chi mette la bandierina sulla possibilità di andare ad aprire le scuole in questa o quella data. L’unica gara legittima che ci può essere è quella di permettere ai ragazzi di andare a scuola nelle migliori condizioni possibili compatibilmente con la situazione che si vive”, ha spiegato. 

“Ci troviamo in una situazione in cui le problematiche di emergenza sanitaria - ha detto ancora Galli - rimangono ma si mantengono le elezioni come se niente fosse. Come se muovere l’intera popolazione italiana per farla andare in luoghi fisici magari dovendo attendere e certamente non per appuntamento, quindi ci possono essere addensamenti, ammassamenti e code, sia totalmente indifferente in una situazione come questa". 

"Andrò a votare comunque, ma il mondo riderà di fronte al fatto che abbiamo un’emergenza sanitaria in atto e sancita e abbiamo un incremento dei casi ma si fanno le elezioni comunque come se nulla fosse. Per principio non intendo mancare al voto, però sono incredulo davanti a tanto”, afferma. 

Per quanto riguarda la quarantena “si possono fare sette giorni con il tampone, ma sette giorni senza tampone è un po’ come fare i trapezisti senza rete. Anche quattordici giorni senza tampone sono stati una scelta burocratica dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Visto che i Paesi poveri non si possono permettere la diagnostica era il criterio per dare il massimo della possibile sicurezza senza mettere in ballo la diagnostica. Per un Paese non povero sette giorni di lavoro di una persona buttati via costano molto di più di un tampone, anche dal punto di vista biecamente economico vale la pena di rivisitare tutta questa partita”, spiega Galli commentando l’ipotesi di ridurre i giorni di quarantena da quattordici a sette. “Inoltre – ha aggiunto - che senso ha che la gente che torna dalla Croazia faccia un tampone e se negativo va a casa, mentre quelli che tornano dalla Bulgaria stiano quattordici giorni a casa in attesa senza nessun tampone? C’è una discreta confusione da mettere a posto”. 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook