Coronavirus Veneto, 19 novembre, oggi 3.753 contagi: il bollettino
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
26
Gio, Nov
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Coronavirus Veneto, 19 novembre, oggi 3.753 contagi: il bollettino

Coronavirus Veneto, oggi 3.753 contagi: il bollettino

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

In Veneto nelle ultime 24 ore si sono registrati 3.753 nuovi casi di Coronavirus con il totale che, dall'inizio dell'epidemia, sale a 112.000.

Coronavirus Veneto, 19 novembre, oggi 3.753 contagi: il bollettino
Coronavirus Veneto, 19 novembre, oggi 3.753 contagi: il bollettino

 

I morti nelle ultime 24 ore sono 38, come reso noto nel bollettino di oggi riferito dal presidente della Regione, Luca Zaia, nella consueta diretta Facebook. Il totale dei decessi dall'inizio dell'epidemia in Veneto sale così a 3.057.

Le persone in isolamento sono ad oggi 36.887, mentre i ricoverati nelle aree non critiche in totale sono saliti a 2.242 (+50 da ieri) e i pazienti nelle terapie intensive sono 296 (+5 da ieri). I dimessi sono saliti a 6.052 (+109 da ieri).

"C'è tensione per i ricoveri: cominciamo ad avere 300 persone in terapia intensiva ma ciò che ci preoccupa di più sono i ricoverati nelle aree non critiche: 2.242 pazienti. Questa è la vera pressione ospedaliera -ha spiegato Zaia- perché si tratta comunque di pazienti impegnativi che hanno bisogno di cure continue. E la vera differenza con la prima ondata di marzo-aprile è che oggi abbiamo anche in terapia intensiva i ricoverati per altri motivi: incidenti stradali con politraumatizzati e da infortuni sul lavoro che, durante il lockdown, non avevamo".

"Noi comunque sul fronte delle terapie intensive siamo pronti ad arrivare al totale di mille posti entro 36 ore mentre già oggi ne abbiamo allestiti più di 800", ha concluso Zaia.

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook