La Spezia, manifesti no-vax con svastiche contro Costa e Locatelli
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
14
Dom, Ago

La Spezia, manifesti no-vax con svastiche contro Costa e Locatelli

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Manifesti con i volti del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, e del presidente del Consiglio superiore di sanità (Css), Franco Locatelli, deturpati da una svastica sul volto. E' accaduto a La Spezia. Lo denuncia sul proprio profilo Facebook il sottosegretario Costa. "Hanno creato e affisso questi manifesti nella mia

città, La Spezia - scrive Costa - Hanno sfregiato le mie foto e di altri uomini delle istituzioni e della scienza con svastiche, frasi folli e paragoni coi nazisti. Denuncerò alla polizia l’accaduto e andrò fino in fondo: gli artefici di questi gesti vergognosi e incivili devono essere identificati e smascherati. Ho ricevuto tanta solidarietà da parte di molte persone che hanno visto i cartelli e ringrazio tutti coloro che mi hanno mostrato vicinanza". Sui manifesti si legge: "Sono un nazista e voglio imporre la dittatura nazisanitaria".  

"Questi atti non mi intimoriscono. È solo grazie ai vaccini che riusciremo, finalmente, ad avere un’estate senza restrizioni e i nostri ospedali non sono più sotto pressione - rimarca Costa - Ribadisco la volontà e la necessità di proseguire nella tutela della salute. Non mi fermerò e, ancora una volta, ripeto che agli insulti e alle svastiche dei no vax rispondiamo con la scienza e il ritorno alla normalità"-  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.