'Ti somiglia ma non sei tu', l'anti-tormentone estivo di Francesco Sacco
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
15
Sab, Giu

'Ti somiglia ma non sei tu', l'anti-tormentone estivo di Francesco Sacco

Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - E' uscito in digitale 'Ti somiglia ma non sei tu', il brano del cantautore, compositore e producer Francesco Sacco (Nicotina Dischi/Ada Music), che anticipa il nuovo album di prossima uscita, terzo lavoro in studio

dell’artista. Il brano è un anti-tormentone estivo, che utilizza toni ironici, caustici e rassegnati per riflettere sul genocidio del popolo palestinese e sulla distorsione delle notizie da parte dei media occidentali. Critica la borghesia tardo capitalista, egoista e indifferente, che segue passivamente il flusso rapido delle informazioni sui social media, dimenticando velocemente i drammi umanitari. In contrasto con il testo di denuncia, la musica ha un mood spensierato e pop, che descrive il tipico 'brainwash da tormentone estivo', del quale recupera, cita, rielabora e distrugge alcuni degli elementi più iconici. La canzone invita a riflettere sulla nostra umanità in un contesto di distrazione mediatica.  

"Il brano è un cavallo di Troia, ovvero una canzone di protesta travestita da tormentone estivo - afferma Francesco Sacco -. Come ogni canzone di protesta è nata dalla rabbia e dallo sconforto ed è stata scritta molto velocemente, in questo caso rivolgendo il pensiero a quello che sta succedendo in Palestina. Possiamo dire che sia stata la canzone a venire da me, nel senso che quando ho iniziato a scrivere non avevo in mente di parlare di questo, volevo solo scrivere un testo su una base allegra e “catchy”. Ma quello che sta succedendo è un vero e proprio genocidio, e per quanto faccia geograficamente parte di quella dorata e decadente borghesia occidentale che descrivo e critico nel testo, certi giorni non riesco a pensare ad altro". 

Francesco Sacco è un cantautore e polistrumentista con base a Milano. Da bambino studia musica classica, da adolescente si appassiona al blues e alla beat generation, poi approccia la musica elettronica, la performance e il sound design: da uno spettro di influenze musicali e artistiche molto vasto nasce un progetto post-cantautorale difficile da inquadrare, fatto di incontri fra mondi musicali apparentemente lontani. Dopo anni di esperienze come autore e produttore per altri artisti e come compositore per brand di moda e produzioni teatrali, fonda il collettivo di arti performative 'Cult of Magic'. Sacco esordisce nel 2020 come cantautore con il disco 'La Voce Umana', seguito dall’ Ep 'A - Solitudine, Edonismo, Consumo', presentato alla Triennale di Milano, nel 2023 pubblica l’Ep 'B - Vita, Morte, Miracoli', che completa il progetto. Sempre nel 2023 firma con l’etichetta indipendente Nicotina Dischi, con cui pubblica il singolo 'Bibidi Bobidi Bu'.  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.