Festa Roma, Monda: "Messaggio che parte da qui è ‘abbiate coraggio di ritornare nelle sale" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
02
Gio, Dic

Festa Roma, Monda: "Messaggio che parte da qui è ‘abbiate coraggio di ritornare nelle sale"

Video News
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

"Il messaggio che il cinema deve veicolare in questo momento ancora difficile di post pandemia, e che vorrei uscisse da questa edizione della Festa del Cinema, è che bisogna avere il coraggio di tornare nelle sale". A dirlo all’Adnkronos, sul red carpet dell’inaugurazione della 16ma Festa del Cinema di Roma, è il direttore artistico della manifestazione Antonio Monda. "Il cinema deve avere il coraggio di testimoniare la realtà -dice Monda, alla sia settima esperienza consecutiva alla guida della manifestazione- e il film che vedremo stasera e che inaugura la kermesse (The Eyes of Tammy Faye, con Jessica Chastain, ndr) porta un messaggio forte, proprio di questo tipo: dice ‘dietro ogni moralista c’è un delinquente’". Sull’edizione che sta per iniziare, Monda si dice "orgoglioso soprattutto di tre elementi: 22 registe donne, 22 paesi partecipanti, tra cui Kosovo e Arabia Saudita, film bellissimi. Mi piace evidenziarne tre, Muhammad Alì di Ken Burns, Passing di Rebecca Hall e C’mon C’mon di Mike Mills". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002