Juve-Lazio 3-1, Rabiot e doppio Morata per rimonta bianconera
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Sab, Mag

Juve-Lazio 3-1, Rabiot e doppio Morata per rimonta bianconera

Calcio
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

La Juventus batte la Lazio 3-1 nell'anticipo serale della 26esima giornata e continua la rincorsa al secondo posto. I bianconeri aprono il match con una serie di errori che regalano fiducia ai biancocelesti e spianano la strada al vantaggio capitolino.

Al 14' Kulusevski regala palla a Correa, che si invola e batte Szczęsny senza problemi: 0-1. La Juve sbanda e rischia di subire il secondo gol in un paio di occasioni. I bianconeri si riorganizzano e cominciano a premere, reclamando anche un rigore per un netto fallo di mano di Hoedt: l'arbitro Massa lascia correre e il Var non interviene. Morata si fa vivo con un colpo di testa impreciso, ma è Rabiot a pareggiare al 38'. Il francese si inserisce da sinistra e da posizione defilata scarica una conclusione potente: Reina resta immobile, 1-1. 

In avvio di ripresa la Lazio sfiora il vantaggio con un colpo di testa di Milinkovic Savic, che pizzica la traversa. Il copione del match però è a tinte bianconere. La Juve continua a spingere e in 3 minuti ribalta totalmente il match. Al 57' Chiesa recupera palla a centrocampo, parte e innesca Morata. Lo spagnolo entra in area e buca Reina: 2-1. Al 60', Milinkovic Savic è goffo e fuori tempo nel contrasto su Ramsey: rigore e Morata dal dischetto firma il 3-1. La Juve gestisce l'ultima mezz'ora senza troppi patemi, regala una porzione di match a Ronaldo -per una volta panchinaro- e pensa al ritorno degli ottavi di Champions con il Porto. Intanto, i bianconeri salgono a 52 punti, a una lunghezza dal Milan. La Lazio, ferma a quota 43, rischia di perdere il treno Champions.  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.