Pallavolo femminile - GRANDE SUCCESSO DI CHAPEAU 3.0
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Sab, Set
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

Pallavolo femminile - GRANDE SUCCESSO DI CHAPEAU 3.0

Pallavolo femminile - GRANDE SUCCESSO DI CHAPEAU 3.0

Altri Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Giornata conclusiva organizzata dalla VOLLEY COSENZA

Pallavolo femminile - GRANDE SUCCESSO DI CHAPEAU 3.0
Pallavolo femminile - GRANDE SUCCESSO DI CHAPEAU 3.0


Si è conclusa la terza edizione di CHAPEAU "omaggio alla pallavolo calabrese", organizzato da Metaproduzioni e dalla Volley Cosenza.

In poco tempo in città grazie al grande lavoro della Volley Cosenza  si è potuto assistere  ad una serie di grandi appuntamenti:  l’incontro u16  Russia -  Italia (di Marco Mencarelli divenuta poi campione del mondo), il raduno delle migliori atlete under 14 calabresi  con la presenza di Davide Mazzanti C.T. della nazionale femminile,  poi ancora l’incontro con  il noto pluricampione ed ora commentatore tv e testimonial Volley S3 Andrea Lucchetta.

Chapeau 3.0 è stato un grande evento di pallavolo voluto a Cosenza ed organizzato dalla Volley Cosenza  e patrocinato dall’Assessorato allo Sport ed all’Assessorato al Turismo del Comune di Cosenza.

Per la prima volta nella storia della pallavolo femminile cosentina si è potuto ammirare ad un incontro di serie A tra due formazioni di altissimo livello tecnico.

La Volley Cosenza precisa che “l’obiettivo primario di questi eventi è far capire alle ragazze dei  settori giovanili che diventare una grande atleta non è una cosa da alieni. Anzi, è una cosa da umani e che tutto dipende dalla volontà, dal lavoro, dall’umiltà e dalla passione con cui si affronta lo sport e  la vita. E poi cercare ancora di costruire qualcosa di positivo e duraturo che possa un giorno consentire ad ogni giovane di poter orgogliosamente affermare che si può emergere anche nel Mezzogiorno ed in Calabria  e che non debba essere un paradigma che per imporsi  si debba per forza emigrare. Per far restare i giovani bisogna cambiare la Calabria , anche nello sport”.

Possiamo orgogliosamente affermare che tutte e quattro le squadre rigorosamente provenienti dal Sud Italia e dalla Calabria hanno dimostrato grandi capacità, organizzazione  e preparazione.

Le semifinali del quadrangolare si sono tenute il 29 a Camigliatello Silano dove la Volley Soverato e la P2P Givova Baronissi Salerno grazie alle vittorie rispettivamente sull’Ekuba Palmi (3 a 0) e sulla Ferraro Lamezia  (3 a 1)  hanno conquistato la finale a Cosenza.

La Volley Soverato, guidata da quest’anno da un tecnico di origine bruzia, Bruno Napolitano si è aggiudicato il premio "Città di Cosenza” battendo al tie-break la P2P Givova Baronissi (25-21; 24-26; 24-26; 25-20; 15-6). Una partita avvincente che ha trascinato in lunghi applausi il numeroso pubblico presente sugli spalti.  I premi per il primo e secondo posto sono stati messi a disposizione dal Comune di Cosenza e sono consistite in due piccole opere d’arte in plexiglass richiamanti la Testa di Medusa del Manzù esposta nel MAB a Corso Mazzini.

Contestualmente, si è svolta la seconda edizione del memorial "Francesco Pagliuso" che ha visto trionfare per 2 a 1 (al meglio di tre set) la Magica Volley Lamezia eccezionalmente guidata da Peppe Fiorini  e rafforzata dal atlete provenienti da Castrovillari, Catanzaro e Crotone contro la Volley Cosenza. Molto commovente ed emozionante  è stato il momento in cui la sorella dell’avvocato lametino ucciso dalla ndrangheta ne ha ricordato la figura.

Presente sugli spalti la Caritas con le suore della Casa Nostra che grazie alla generosità dei tanti spettatori che hanno donato prodotti alimentari per la mensa dei poveri di Cosenza hanno portato un sorriso a persone meno fortunate.

A fine gara gli organizzatori  hanno premiato ex pallavoliste, allenatori e sponsor che negli ultimi vent’anni  hanno contribuito alla crescita ed allo sviluppo della pallavolo calabrese e cosentina. La Volley Cosenza ha consegnato una targa alla Pallavolo Milani per i suoi primi 50 anni di attività sportiva.  Riconoscimento della Volley Cosenza anche per il presidente Antonio Matozzo per la sua grande passione ed impegno che hanno consentito alla sua Volley Soverato di essere ai nastri di partenza  per il nono anno consecutivo nel campionato nazionale di serie A2 di pallavolo femminile. Consegnata all’allenatore Bruno Napolitano una targa dal CUS Cosenza  per i suoi trascorsi  di inizio carriera nel centro sportivo dell’Università degli Studi della Calabria.

Molto gradita, inoltre, è stata la presenza come madrina della kermesse di Simonetta Avalle allenatrice stimata in tutta Italia, alla quale il presidente della Volley Cosenza ha simbolicamente consegnato le chiavi della società. La manifestazione, molto partecipata è stata allietata da splendide coreografie ed esibizioni di danza per oltre 5 ore di sport e spettacolo, è stata anche patrocinata dalla Fipav Calabria molto presente nella due giorni con diversi rappresentanti.

La serata verrà trasmessa su Volley Channel, digitale terrestre 649

Pallavolo femminile - GRANDE SUCCESSO DI CHAPEAU 3.0
Pallavolo femminile - GRANDE SUCCESSO DI CHAPEAU 3.0

 

Pallavolo femminile - GRANDE SUCCESSO DI CHAPEAU 3.0
Pallavolo femminile - GRANDE SUCCESSO DI CHAPEAU 3.0

 

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003

Seguici anche su Facebook