F1, Gp Canada: Vettel primo, ma penalità premia Hamilton
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Ven, Ago
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

F1, Gp Canada: Vettel primo, ma penalità premia Hamilton

F1, Gp Canada: Vettel primo, ma penalità premia Hamilton

Altri Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Sanzione 5'' toglie successo al ferrarista, inglese fischiato. Terza la Rossa di Leclerc.

F1, Gp Canada: Vettel primo, ma penalità premia Hamilton
F1, Gp Canada: Vettel primo, ma penalità premia Hamilton

 

Una gara con la Rossa davanti dall'inizio alla fine ma a vincere è ancora una volta la Mercedes di Lewis Hamilton. Da una possibile grande gioia ad una atroce beffa per la Ferrari di Sebastian Vettel che culla la sua prima vittoria fino al giro 48 del Gran Premio del Canada quando sbaglia a impostare la curva, va sul prato e rientrando in pista ostacola il rivale inglese. Errore che gli costerà la corsa perchè i commissari di pista lo penalizzano di 5 secondi e lo spediscono giù dal gradino più alto del podio. Alla fine gli applausi sono tutti per il ferrarista che evita le interviste di rito per andare a protestare e mentre Hamilton viene fischiato scambia anche i cartelloni che assegnano i posti alle vetture. Al terzo posto l'altro ferrarista Charles Leclerc al termine di un Gp controllato ma senza troppi sussulti.

F1: Vettel "Decisione assurda ma non contestate Lewis" - "La gente non deve contestare Lewis, tutti hanno visto quello che è successo. Lui non voleva danneggiare me, i tifosi semmai devono contestare una decisione assurda". Così Sebastian Vettel dopo la penalità di 5" che lo hanno relegato al secondo posto del Gp sebbene abbia tagliato per primo il traguardo. Prima di salire sul podio, Vettel con un gesto polemico aveva pensato bene, nel parco chiuso dove erano le monoposto, di invertire i tabelloni davanti alla Mercedes del britannico e alla sua Ferrari con scritto '1 posto' e '2 posto'.

La GARA - Pronti via con una partenza regolare nel Gran Premio del Canada sul circuito cittadino di Montreal. La Ferrari di Vettel che partiva dalla pole position è scattata davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton ed al compagno di squadra Charles Leclerc. Perde una posizione al via l'altra la Mercedes di Valtteri Bottas che scala dalla sesta alla settima pozione. La prima 'vittima' dell'insidioso circuito semicittadino canadese è la McLaren di Lando Norris: il pilota inglese rompe la sospensione posteriore destra che per l'attrito prende addirittura fuoco ed è costretto a ritirarsi. In testa alla gara la Ferrari di Vettel con gomma gialla tiene facilmente dietro la Mercedes di Hamilton che in certi frangenti sembra perdere qualche decimo di troppo ma è solo un abbaglio perché la Stella d'argento del campione del mondo è sempre lì fino alla sosta. Pit-stop che arriva al giro 26 per decisione di Vettel che anticipa Hamilton e mette la gomma dura. Il campione del mondo aspetta ancora due giri per sostituite gli pneumatici e quando rientra sembra più a suo agio con la mescola bianca.

L'inglese della Mercedes si mette così a caccia di Vettel avvicinandosi sempre di più fino al giro 48 quando il tedesco della Ferrari sbaglia a impostare la curva, va sul prato e rientrando ostacola Hamilton riuscendo a restare davanti. Episodio che finisce sotto investigazione da parte dei commissari di gara che decidono di penalizzare Vettel che taglia il traguardo per primo ma è costretto a cedere la vittoria a Hamilton. Episodio che non mancherà di suscitare polemiche nei confronti della decisione dei commissari contestata aspramente da Vettel e dal pubblico di Montreal. In segno di polemica Vettel non si presenta alla prima intervista in pista e con un gesto plateale toglie il tabellone con il numero uno del primo posto di fronte alla Mercedes per metterlo di fronte alla sua Ferrari. Un finale di gara da dimenticare per la scuderia di Maranello che vede festeggiare di nuovo la solita Mercedes sempre più in vetta al Mondiale. (ANSA)

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003

Seguici anche su Facebook