Napoli-Atalanta 2-3, azzurri k.o. e il Milan è primo
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Dom, Gen

Napoli-Atalanta 2-3, azzurri k.o. e il Milan è primo

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il Napoli viene sconfitto in casa dall'Atalanta, che passa per 3-2 sul campo dello stadio Maradona. Gli azzurri perdono il primato in classifica, rimangono a 36 punti e scivolano al terzo posto alle spalle del Milan - capolista a quota 38 - e dell'Inter, ora seconda con 37 punti. In un campionato apertissimo, l'Atalanta sale a 34 punti e si

iscrive alla corsa scudetto. I bergamaschi conquistano una vittoria preziosissima al termine di un match spettacolare. 

La squadra di Gasperini sblocca il risultato al 7'. Zapata sfonda sulla fascia sinistra e offre il pallone a Malinovskyi, che dal limite dell'area spedisce il pallone all'incrocio: 0-1. Il Napoli, con una formazione ampiamente rimaneggiata per infortuni e squalifiche, incassa il colpo e si rialza. La manovra degli azzurri, osservati in tribuna dal tecnico Spalletti squalificato, diventa progressivamente più fluida. L'Atalanta si chiude e cerca di pungere con ripartenze pericolosissime. La gara è vibrante e torna in equilibrio al 40'. Malcuit accelera a destra e crossa, Mertens inventa una sponda splendida per Zielinski. La prima conclusione viene respinta da un difensore, la seconda buca il muro orobico: 1-1.  

In avvio di ripresa, il Napoli colpisce punendo un'ingenuità di Demiral. Il difensore dell'Atalanta sbaglia completamente l'applicazione del fuorigioco, Mertens è libero di galoppare verso la porta di Musso: 2-1 al 47'. I nerazzurri non sbandano, ripartono e ribaltano totalmente la situazione in 5 minuti. Al 66' Demiral si fa perdonare indossando i panni del bomber. Il centrale, in proiezione offensiva, scatta col tempo giusto sul suggerimento di Toloi. Destro potentissimo in diagonale, 2-2 al 66'. La Dea fiuta la chance e affonda il colpo al 71'. Ilicic inventa, Freuler conclude: sinistro chirurgico, 2-3 e l'Atalanta si accomoda al tavolo scudetto. Il Napoli cade in casa e in 90 minuti scivola dalla vetta al terzo posto. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.