Giochi del Mediterraneo, 'Fate' d'oro: "Siamo squadra unita'
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
11
Gio, Ago

Giochi del Mediterraneo, 'Fate' d'oro: "Siamo squadra unita'

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Le ‘Fate’ incantano ai Giochi del Mediterraneo e vincono il primo oro per l'Italia ad Orano 2022. Un successo raggiunto superando anche le scosse dl terremoto durante la gara e merito dell'affiatamento del gruppo.

Le Fate d'oro ad Orano - Foto Ferraro by Coni
Le Fate d'oro ad Orano - Foto Ferraro by Coni

 

"La gara è andata molto bene, ci sono stati piccoli errori ma a livello di squadra siamo state molto unite, abbiamo sempre cercato di dare il massimo e siamo davvero molto contente del risultato", ha raccontato Martina Maggio, parlando della gara di All Around di ginnastica artistica, vinta davanti a Francia e Spagna.

Le azzurre Martina Maggio, Alice e Asia D'Amato, Giorgia Villa, Angela Andreoli e la riserva Veronica Mandriota, hanno chiuso le quattro rotazioni con 161.950 punti, non risentendo nemmeno di due scosse di terremoto sentite nitidamente nel nuovo palazzetto della città algerina. "Non mi sono accorta di nulla perché ero concentrata su quello che stavo facendo -ha spiegato Maggio che era sulla trave quando c'è stata una delle scosse, parlando a Casa Italia-. Era tanto che non facevamo una gara con il pubblico, oggi abbiamo riprovato quella emozione e quel calore che ci trasmettono. Abbiamo cercato di fare squadra il più possibile, soprattutto in vista delle prossime gare importanti che dovremo fare. Sicuramente daremo il massimo".

"Sono contentissima -ha poi aggiunto Giorgia Villa- siamo una squadra molto unita e questo è fondamentale. Ora per me c'è la finale alle parallele da fare e per le mie compagne tante altri finali. Poi penserò alla maturità". "Abbiamo un rapporto davvero speciale, siamo come sorelle, viviamo insieme 24 ore su 24 e questa è una cosa che ci aiuta molto ad essere unite. Ci vogliamo tanto bene, sicuramente ci sono anche delle discussioni ma il nostro rapporto è davvero speciale. Non tutte le squadre hanno quello che abbiamo noi", ha concluso Martina Maggio.

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.