Champions, Juve-Maccabi 3-1: prima vittoria bianconera
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
04
Dom, Dic

Champions, Juve-Maccabi 3-1: prima vittoria bianconera

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - La Juventus batte il Maccabi Haifa per 3-1 nella terza giornata del Gruppo H di Champions League, ottiene la prima vittoria dopo 2 sconfitte e tiene vive le poche speranze di qualificazione agli ottavi di finale.

alternate text

 

La formazione di Allegri, con 3 punti, insegue la coppia formata da Benfica e Psg: portoghesi e francesi, che pareggiano 1-1 lo scontro diretto a Lisbona, viaggiano appaiati a quota 7. L'11 ottobre la Juve fa visita al Maccabi con l'obbligo di vincere per rimanere in corsa. 

LA PARTITA - La Juve potrebbe sfondare in avvio, ma Vlahovic non brilla al tiro. Il centravanti all'11' si fa respingere la conclusione mancina da Cohen e 2 minuti dopo spreca una chance colossale: rigore in movimento, mira sbagliata e palla sul fondo. La formazione di Allegri prova ad affidarsi alla qualità di Di Maria ma fatica a creare gioco con continuità. Il Maccabi riesce a congelare il possesso del pallone e a limitare i rischi per una mezz'ora abbondante. Al 35', però, l'invenzione di Di Maria spacca la partita. L'argentino illumina per Rabiot, che si infila tra le maglie della difesa israeliana e di sinistro sfonda la porta: 1-0. Di Maria concede il bis all'inizio della ripresa regalando a Vlahovic l'assist per il raddoppio. 

L'argentino pennella ancora, il serbo stavolta non sbaglia davanti alla porta: 2-0 al 50'. La Juve potrebbe dilagare al 59' con il copione collaudato: Di Maria inventa ancora, Vlahovic non concretizza. Il Maccabi si fa vivo al 62' con Atzili, che cerca il jolly da 25 metri: Szczesny devia, il palo fa il resto. Il pericolo scampato convince i torinesi ad accelerare di nuovo. Rabiot non sfrutta una chance ghiotta, poi tocca di nuovo a Vlahovic capitalizzare l'ennesima invenzione di Di Maria: gol inutile, c'è fuorigioco. In una gara a senso unico, la Juve riesce a mettersi nei guai al 75'. 

Lancio per David. Szczesny esce sulla trequarti sbagliando il tempo dell'intervento: 2-1 e match riaperto. I bianconeri tremano e all'81' il pareggio del Maccabi sembra cosa fatta: punizione di Atzili, il palo salva i padroni di casa. Dopo quasi 10 minuti da incubo, provvede Rabiot a sistemare tutto. Corner di Di Maria - tanto per cambiare - e colpo di testa del francese, che firma la doppietta personale e sigla il 3-1 all'83'. Prima del fischio finale, Atzili completa la sua serata con un record: terzo palo personale, game over. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.