Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
05
Ven, Mar

Scienza&Salute: i segreti dell'alimentazione 'alternativa'

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Alla base di una nutrizione salutare vi è sempre un’adeguata consapevolezza alimentare che consente di tutelare il benessere della persona e di prevenire l’insorgenza di molte malattie. E' il focus affrontato nella puntata di #BENessereAtavolaLAB, il format su Facebook curato da dall'immunologo Mauro Minelli, responsabile per il Sud della Fondazione italiana di Medicina personalizzata.

"Abbiamo approfondito il tema dei carboidrati e delle loro fonti principali, ossia i cereali la cui scoperta viene molto da lontano, ma anche delle farine alimentari che da essi derivano - spiega Minelli - Il ruolo di questo gruppo alimentare è strategico nella declinazione di un’alimentazione bilanciata e soprattutto caratterizzata da un apporto di glutine controllato e calibrato". Ospite della diretta Laura Teodori, dirigente di ricerca presso il Laboratorio di diagnostica e metrologia, centro ricerche Enea di Frascati (Roma); Dominga Maio e Ilaria Vergallo, biologhe nutrizioniste PoliSmail.  

"I cereali senza glutine, come riso, miglio, sorgo o gli pseudocereali, come quinoa, grano saraceno, amaranto, teff o le radici, come la konjac, possono essere consumati senza rischi per la salute dalle persone che soffrono di celiachia o sensibilità al glutine non celiaca, ma andrebbero inseriti nella dieta di tutti attraverso approcci che non possono non essere 'cuciti addosso' alle esigenze del singolo individuo - ricorda l'immunoloto - Ciò garantirebbe un’alimentazione varia, che fornisce all’organismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno, arricchirebbe la biodiversità di specie microbiche che popolano il nostro intestino e sarebbe anche sicura, in quanto priva di determinanti alimentari che, introdotti in eccesso da un soggetto sensibile, potrebbero scatenare reazioni immuno-allergiche talvolta anche gravi".  

"Il messaggio da conservare è la necessità di approcciarsi all’alimentazione con competenza, rigore e attenzione, considerando il ruolo strategico che la corretta nutrizione ha nel promuovere e mantenere il complessivo benessere dell’organismo umano", conclude Minelli.

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002

Seguici anche su Facebook

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato