Spotify rimuove centinaia di canzoni generate con l'intelligenza artificiale
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Dom, Mag

Spotify rimuove centinaia di canzoni generate con l'intelligenza artificiale

Tecnologia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Spotify ha dichiarato tramite un portavoce di aver eliminato dal proprio catalogo la musica generata con Boomy, un programma basato su intelligenza artificiale generativa in grado di realizzare canzoni con la voce e nello stile di diversi artisti.

alternate text

 

Allo stesso modo, per il futuro Spotify si impegna a eliminare qualsiasi streaming di canzoni generate dalla IA, in quanto il confine tra legalità e plagio è ancora molto confuso. La musica generata dal computer, del resto, è stata nelle ultime settimane sotto i riflettori, un po' come tutti i temi e le conseguenze legate alla IA. Il producer Timbaland, ad esempio, ha trasmesso una traccia che ha cantato con la versione sintetica di Notorious B.I.G., morto nel 1997. Drake, Michael Jackson, Kanye West e The Weekend sono tutti artisti che si sono visti replicare la propria voce in canzoni create dall'intelligenza artificiale, ma è solo l'inizio di una tendenza che in futuro renderà possibile qualsiasi cosa, anche interi album di artisti che non ci sono più o che non esistono. Fino ad allora, il problema del copyright si fa sempre più incombente e di attualità per le istituzioni. La scorsa settimana, ad esempio, il governo del Regno Unito ha deciso di avviare un'indagine approfondita sull'intelligenza artificiale e sul suo impatto sui consumatori, i business e l'economia, in quanto preoccupato dalla velocità con la quale l'IA prende piene nel paese e nel mondo. Il governo fa sapere che seguirà cinque principi nella verifica dell'applicazione dell'IA e nello stabilire regole e leggi per l'uso dell'intelligenza artificiale: sicurezza, trasparenza, equità, responsabilità e gestibilità.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.