Green pass lavoro, Orlando: "Preoccupati per il 15, daremo risposte" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Green pass lavoro, Orlando: "Preoccupati per il 15, daremo risposte"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Green pass obbligatorio sul lavoro, "c'è preoccupazione per il 15 perché è un passaggio delicato ma la stessa che abbiamo avuto nei mesi scorsi". Così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, nel corso dell'iniziativa dell'Inas Cisl alla vigilia dell'introduzione del certificato verde (venerdì 15 ottobre) che

sta creando tensioni tra i lavoratori. "IIl Green pass è un passaggio complesso che può avere anche problemi di carattere applicativo ma con il dialogo sociale sono convinto che costruiremo risposte alle domande che emergono riprendendo il lavoro comune", ha quindi sottolineato.  

"Il dialogo sociale non è un lusso ma una condizione essenziale per un presidio democratico", ha spiegato ancora il ministro confermando il "ruolo fondamentale del sindacato". 

"Tutti ci dobbiamo fare carico di questo passaggio ma la strada giusta è quella intrapresa nel marzo scorso quando esplose la pandemia e quando grazie alla responsabilità del sindacato l'Italia non si è fermata - ha detto ancora Orlando - Lo stesso spirito di quando decidemmo i protocolli di sicurezza e di vaccinare i lavoratori in azienda". E a quindi auspicato "che si torni a costruire quella interlocuzione", ricordando come oggi sia comunque in corso un tavolo tecnico al ministero con le parti sociali proprio sull'applicazione del Green pass.