Politica - il Centro Tirreno - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Sab, Ott

Politica

Le notizie dal mondo politico: aggiornamenti, sondaggi, analisi e approfondimenti

Malumori e qualche strascico in Lega per l'audio arrivato al Foglio con le parole di Salvini. Ma fino a un certo punto: "perché alla fine, il danno non c'è stato e i diretti interessati sanno che quelle parole vanno contestualizzate, visto che Salvini stava parlando di 'una rinnovata intesa con gli alleati di centrodestra',

Quota 100 non verrà rinnovata, per le pensioni nella Manovra 2022 ci sarà un graduale ritorno alla normalità. Parola del premier Mario Draghi, mentre la Lega di Matteo Salvini cerca una "mediazione ragionevole" per quota 102, con attenzione particolare ad alcune categorie di lavoratori come i precoci o coloro che lavorano

"Io non concordavo con Quota 100 e non verrà rinnovata, ora occorre assicurare una gradualità nel passaggio a quella che era una normalità". Diretto, come è sua abitudine, il premier Mario Draghi lo dice con estrema chiarezza in conferenza stampa a Bruxelles: una delle bandiere della Lega, in scadenza a fine anno -

Il destino di Quota 100 "è oggetto di discussione della legge di bilancio, che presenteremo la settimana prossima. Io ho sempre detto che non condividevo Quota 100: ha una durata triennale e non verrà rinnovata". Lo dice il presidente del Consiglio Mario Draghi, rispondendo ad una domanda a Bruxelles. "Quello che occorre fare -

"Mi sembra che Brunetta dica cose sagge" e "mi aspetto" che le posizioni del ministro di Forza Italia "diventino quelle di Berlusconi" perché rompa "definitivamente con una destra che non può dare risposte al Paese". Ettore Rosato, presidente di Italia Viva, parla così con l'Adnkronos dell'intervista oggi del ministro

"Rivoluzione Draghi", o "Come Draghi ha ridato lustro all'Italia'. Con questo titolo 'Le Figaro' pubblica un lungo articolo in tre pagine dedicato al premier italiano, che "in soli otto mesi ha ridato credito al paese, avviato riforme e restaurato l'autorità dello stato". "Conti pubblici in fase di recupero, riforme avviate, uno Stato

"Per troppi anni siamo stati il Paese dell'instabilità e della non credibilità. L'abbiamo pagata carissima. Era l'Italia della bassissima crescita, un'Italia ingiusta, diseguale, l'ultima ruota del carro: sole, pizza, amore e tuppete-ta. Un Paese dove gli investitori stranieri amavano venire in vacanza, ma da cui scappavano a

Giuseppe Conte alza il velo sulla squadra che lo affiancherà alla guida del Movimento 5 Stelle. Mario Turco, Alessandra Todde, Paola Taverna, Michele Gubitosa e Riccardo Ricciardi: sono loro i cinque vicepresidenti nominati dall'ex premier e presentati questa sera nel corso dell'assemblea congiunta dei gruppi grillini. Ma chi sono i

"No alla caccia ai singoli a cui addossare il marchio dei colpevoli". Così Giuseppe Conte in assemblea congiunta M5S, analizzando l'esito delle ultime amministrative. "Serve una grande assunzione di responsabilità collettiva". "Sento ripetere spesso nel M5S che tanto alle amministrative siamo sempre andati male. Io dico che non

Silvio Berlusconi assolto dal tribunale di Siena nel processo Ruby Ter. Come il leader di Forza Italia, è stato assolto anche il pianista Danilo Mariani: per entrambi, accusati di corruzione in atti giudiziari, il fatto non sussiste. La sentenza è stata pronunciata questa sera dal giudice Simone Spina, presidente del nuovo

''Come mi vedo? In forma, dopo un po' di acciacchi dovuti al Covid...''. Silvio Berlusconi 'torna' a Bruxelles dopo l'assenza di circa un anno causa Coronavirus e si presenta così ai giornalisti che lo attendono all'ingresso del vertice del Ppe. Doppio petto blu in stile '94 e spilletta di Fi in bella vista sul bavero della giacca, il

Due lunghi minuti - per qualcuno addirittura cinque - di applausi hanno salutato la conclusione dell'intervento di Matteo Salvini. Che ai suoi non ha risparmiato qualche bacchettata ("basta con i personalismi di alcuni parlamentari della Lega"). Nella sala del teatro Umberto, a due passi dai palazzi della politica, il leader della Lega ha