Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
14
Mer, Nov
0 New Articles

Abbiamo 149 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
Home 1
Annunci AdSense
art-top

Allersmead: la casa e il volo

Water Lilies 1916 by Claude Monet

Invito alla lettura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

La casa esprime calore e celebra l'unita' della famiglia.

klimt la casa del guardaboschi
klimt la casa del guardaboschi

La casa ha un cuore che batte, il fuoco nel camino e' il respiro di coloro che la vivono. Ogni casa ha un suo racconto che raccoglie le singole voci che la riempiono. Ha un profumo la casa, che in genere identifichiamo con l'odore materno, la presenza che piu' di ogni altra e' in accordo con l'anima della casa. La casa dell'infanzia ci resta dentro con il suo bagaglio di ricordi che arreda la solitudine di quando da adulti intraprendiamo percorsi molto spesso deraglianti da noi stessi. Vite spiegazzate si svolgono nel futuro a sguarnire l'anima delle sue essenze preziose che compongono l'intima umanita'. Ogni casa con le sue zone esprime un angolo del mondo segreto e raccolto che ognuno si porta dentro. La cantina e' in genere la custode dei respiri taciuti, del mistero gioioso, della fucina immaginativa che in ogni bimbo da' forma all'infanzia. Cio' che e' in basso si unisce alla volta delle esplorazioni e consente di volare. La cantina e la soffitta sono legate da un filo che i bambini maneggiano con cura e con cui tessono l'aspetto fiabesco della casa.

Un posto perfetto
Un posto perfetto

Il romanzo di Penelope Lively Un posto perfetto e' un omaggio alle case d'infanzia per come restano e sopravvivono nel mondo disincantato degli adulti. Sono autostrade che percorrono il tempo dalle sue origini fino al risveglio in un futuro slegato da tutto ma non dai ricordi. La trama si svolge in Inghilterra, un Paese in cui l'adolescenza e' la stagione di rottura con la visione fiabesca della vita. L'adolescente bilancia e intravvede la strada dei progetti, molti dei quali piomberanno nel nulla. La casa anche per le societa' nordiche e' il riferimento iniiziale da superare nel tempo. E' un ponte piu' che una culla, cosparso di semi antichi dall'odore profondo. A differenza di noi mediterranei, la casa inglese e' un luogo in cui si ritorna col pensiero e col ricordo, perche' la vita ha trascinato altrove i suoi abitanti e il domani raccoglie e spiega intrighi e segreti che mai si sono voluti accettare e razionalizzare. Tutto cambia e anche la casa di Allersmead raccontata dalla Lively ha il suo destino che la portera' a non riconoscersi piu' nella figura archetipica della madre che tutti accoglie:' figli e non solo, figura accentratrice che nel suo animo conserva segreti rimasti insondati nella semplicita' del suo calore.







Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia. Ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Annunci AdSense
art-bot

Seguici anche su Facebook

Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home 2