La luce nella nuvola
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

La luce nella nuvola

La luce nella nuvola

Impronte di Poesia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Nel sogno siamo uniti, prima ancora che nella vita. Siamo uniti nell'anima, prima che questa attraverso la comparsa della forma diventi spirito e pensiero. Nel sogno tutte le nostre facoltà e qualità ancora inespresse convivono e si fondono e s'intersecano all'anima che incontreremo o cercheremo in vita.

Steven Scott - Forgotten Coast 2013
Steven Scott - Forgotten Coast 2013


Spesso chi nutriamo dentro di noi anche nella realtà fenomenica non viene riconosciuto perché adombrato dalla luce della forma che ci distoglie dalla sostanza di appartenenza.

Non è forse la vita terrena una realtà di stordimento che ci preclude il ricongiungimento con chi è vero? Spesso qui ci ritroviamo e non ci accompagniamo l'un con l'altro perché la dimensione spazio temporale lo proibisce. Ma tu che sei in me adagiato nella mia culla e dormi, sei figlio e compagno, il sempre che mai sparirà e per sempre sopravviverà nelle sfere del tempo e nei suoi cicli a venire.

 

La luce nella nuvola

Sei il cuscino soffice su cui
adagio i miei silenzi.
Soffio di luce,
che sarai mai quando la vita
mi concederà di toccarti?
Sei nuvola nel ricordo
che preme il sole affinché esca.
Ma sole e nuvola sono tutt'uno
nel mistero che tramite te
ora mi chiama
e mi porta a scrivere
e a sorridere rinvenendo da un tempo
mai esistito
ciò che non siamo stati
e che forse un tempo saremo.
Colonne vergini che non si tengono distanti,
tronchi di alberi che s'intrecciano
nelle radici.
Brina e corte di diamanti tra le ciglia dei rami.
Io ti guardo e penso che nulla
sarebbe il mio sentire
se non ti avessi mai 
concepito e consolato
nel ventre della mia culla.
Tu,
mio sogno lontano,
sei il sale e il segreto
di questa mia vita.

Ippolita Sicoli

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.