Von der Leyen: "Giusto che Ue chieda scusa all'Italia"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Sab, Mag

Von der Leyen: "Giusto che Ue chieda scusa all'Italia"

Von der Leyen: "Giusto che Ue chieda scusa all'Italia"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"E' vero che nessuno era davvero pronto per questo. E' vero che molti non erano lì" quando l'Italia aveva bisogno, alle prese con la pandemia di Covid-19.

Von der Leyen:
Von der Leyen: "Giusto che Ue chieda scusa all'Italia"

 

"Per questo è giusto che l'Europa offra le sue più sentite scuse" all'Italia. Lo dice la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, intervenendo nella plenaria del Parlamento Europeo a Bruxelles. 

L'Europa, ha detto ancora, "ha avuto crisi economiche prima, ma mai una chiusura come questa. Nessuno ne ha colpa e servono misure senza precedenti" per contrastare gli effetti economici della pandemia di Covid-19.  

Per von der Leyen, "serve un piano Marshall per la ripresa dell'Europa", che deve essere messo in piedi "immediatamente". E l'Mff, il bilancio pluriennale dell'Ue 2021-27, uno strumento in cui gli Stati hanno "fiducia", sarà "la nave madre della nostra ripresa. Per questo motivo il prossimo Mff dovrà essere diverso" dai precedenti. "Esorto gli Stati membri - continua la presidente - a sfruttare al massimo Sure, il nuovo schema proposto dalla Commissione per proteggere le persone dal rischio di disoccupazione". 

"Fornirà 100 miliardi di euro per aiutare i governi a colmare la differenza - spiega von der Leyen - se il datore di lavoro ha ridotto l'orario di lavoro o se il lavoratore autonomo ha bisogno di aiuto. La bellezza del programma Sure è duplice: prima di tutto aiuterà a chi ha bisogno a pagare l'affitto, le bollette e il cibo, tenendo altre imprese in vita nel frattempo", sostenendo la domanda interna. "Secondo, è per definizione un atto di solidarietà europea. Gli Stati membri che possono farlo forniranno garanzie, in modo che gli altri Paesi possano supportare chi è stato colpito più duramente", spiega. 

In Europa, ha continuato, "naturalmente c'è sempre qualcuno che vuole puntare il dito per distogliere l'attenzione dalle proprie colpe. E ci sono altri che preferiscono parlare come populisti, piuttosto che dire verità impopolari. A questi dico basta". 

"Basta - continua von der Leyen - abbiate il coraggio di dire la verità e di battervi per l'Europa, perché questa nostra Unione ci farà superare questa crisi. E ci darà un domani forte, se lo prepariamo oggi. Se avete bisogno di ispirazione, basta guardare a come i popoli d'Europa stanno insieme, con empatia, umiltà e umanità". 

I medici, gli infermieri e i lavoratori del settore sanitario che combattono ogni giorno contro l'epidemia di Covid-19 salvano "l'onore" dell'Europa, sottolinea quindi la presidente della Commissione Europea. "Soprattutto - dice von der Leyen - ringrazio e rendo omaggio ai nostri eroi, i medici, gli infermieri, i lavoratori della sanità. Sono loro, con le facce segnate da graffi e con immagini tragiche nei loro cuori e nei loro occhi, quelli che tengono le mani dei malati, al posto delle famiglie che non possono esserci. Sono loro che salvano le nostre vite e che salvano il nostro onore". "Dobbiamo proteggerli, in modo che loro possano proteggere noi", conclude. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002