Il senso della vita - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Sab, Giu

Il senso della vita

 Rubrica in collaborazione con l’Associazione Eumeswil associazione culturale non-profit, sorta a Firenze e Vienna con lo scopo di studiare e diffondere l’opera, il pensiero e lo stile esistenziale di Ernst Jünger.

Ictus

Che caldo….! Che desiderio intenso di dolce far niente, se non lasciare la mente vagare nell’orizzonte infinito, costruendo e abbattendo castelli di sabbia. Che bello poter consentire alle membra di ritemprarsi, rilassarsi, e sentirsi esistere... La respirazione lenta, profonda, ricerca di ossigenarsi ed arricchire i polmoni, di tanto, in tanto, dolci effluvi giungono a rendere sereno il corpo.

Peonie

Ikkyu Sojun, Nuvole vaganti, pubblicate in italiano da Ubaldini editore - Roma, dove in queste centocinquanta poesie, il famoso maestro itinerante presenza l’essenza dello zen di Linji in versione spregiudicata. La passione erotica, lo spregio dei potenti, la vita di osteria sono espressioni dell’illuminazione più profonda, nel tormentato Giappone del 1400.

Ciro Palumbo - La danza della menzogna

La tecnica della menzogna che vi proponiamo oggi in lettura è un capitolo di un libro che uscirà in autunno prossimo. Un’anteprima per gentile concessione dell’autore stesso! Una primizia.

Enrico IV - Teatro Nazionale - Genova, ph Tommaso Le Pera

Quanti tra noi, ascoltando la radio sono rimasti affascinati, folgorati da una voce e trasportati in un altro mondo? Quanti invece, rispondendo al telefono, udendo una voce impersonale, meccanica, metallica hanno avuto il desiderio di troncare e chiudere all’istante la conversazione? In quanti convegni, conferenze abbiamo preferito e seguito la voce che ci risultava più comprensibile, squillante ed allegra anziché i contenuti nobili, ma esposti con fatica e mal udibili?

Statua in marmo di Mitra che uccide il toro (CIMRM 592), trovata a Roma, II secolo d.C., British Museum

Il Dio splendente. I Misteri romani di Mithra fra Oriente e Occidente, ed. Arkeios, un nuovo testo che amplia l’orizzonte della ricerca su molteplici aspetti del Mithraismo romano che in precedenza non erano mai stati affrontati; l’assimilazione sincretica, epigraficamente documentata, di Mithra al dio orfico Phanes - il dio splendente - e l’influenza dell’orfismo greco sul nuovo culto romano e misterico di Mithra; la concezione di Mithra demiurgo e l’influenza della filosofia di Platone sulla concezione di Mithra quale mesites, mediatore fra umano e divino; il rapporto fra mithraismo romano e dottrina della della metempsicosi, alla luce dell’interazione fra teologia iranica e filosofia greca, con particolare riferimento al pitagorismo e all’orfismo e alla loro influenza sul pensiero platonico.

Coppia di orologi a polvere con ampolle da un'ora e da mezz'ora

Esiste chi fra noi non ha mai tempo e chi non sa come trascorrerlo … Sicuramente ci troviamo "Al muro del tempo" e comunque in un tempo in cui ci moviamo sempre più annebbiati, anestetizzati, alla rinfusa, distratti da tutto e da tutti…

Nietzsche e il Senso della Vita

Robert Reininger, Nietzsche e il senso della vita, Traduzione e prefazione di Julius Evola, a cura di Sebastiano Fusco, Postfazione di Giovanni Sessa, edizioni Mediterranee. Questo è il testo che verrà presentato quest'oggi nel nostro video curato da Giovanni Sessa.

Paolo Svegli

Attraversando un parco le varie tonalità del verde pervadono i nostri occhi, la nostra vista ed i sensi donando uno stato di gioia e di quiete. Nuove tenere foglie adornano le chiome degli alberi, i prati sono in fiore… Nuova vita è emersa… Siamo di fronte allo splendore della creazione e del creativo.

Giovanni Sessa

Per chi è adulto nell’interiorità, è capace di leggere con la profondità della mente, lo slancio e l’avventura che proviene dal cuore e la protezione messa a disposizione dall’istinto. Per chi con l’immaginazione riesce a vedere il presente e percepire come potrebbe essere il futuro. Naturalmente adatto solo al lettore accanito ed incallito…

È tempo di sacrificio alla terra

Se il tre è il numero perfetto, il terzo appuntamento con Grazia Marchianò ci offre un incontro con un Suo uno scritto poetico, ricolmo di ricchezza di immagini e contenuti di rara bellezza.

Il tema il "Il sacrificio" e si situa in un momento cruciale religioso: la Quaresima che vede il Figlio del Padre incarnato e prossimo al "Grande Sacrificio" della Croce ed in un momento di guerra in cui al Sacro Cuore della Madonna sono state affidate l’Ucraina e la Russia.

La Bossa Nova, ovvero il samba incontra il jazz

Eccoci a presentarvi: Un'intima conversazione tra Jazz, Bossa Nova e la poetica di De Andrè.
Nel video a parlarne con noi Barbara Martini e Riccardo Bianchi che con l’occasione presentano i loro due ultimissimi CD "The magic into" e "La voce del poeta" Omaggio a De Andrè.

Gli annali di Eumeswil 3

Scritto lungo consigliato non ai perditempo, ma a chi ha tempo e desiderio di riflettere!
Ottimo per l'appassionato della lettura! Altrimenti cestinare IMMEDIATAMENTE! All’ISTANTE!

Psiche ravvivata dal bacio d'amore - Antonio Canova - Louvre (Parigi)

Nella cultura greca antica l'eros è ciò che fa muovere verso qualcosa, un principio divino che spinge verso la bellezza In ambito greco, quindi, non vi era una precisa distinzione tra "la passione d'amore e il dio che la simboleggiava" Il greco ἔρως, che significa "desiderio", deriva da ἔραμαι "per desiderare, amare", dall'etimologia incerta. R. S. P. Beekes ha suggerito un'origine pre-greca.

Luigi Gagliardi

"Ma la primavera noi festeggiavamo al modo dei folli, secondo l’uso di quelle terre; e indossavamo vesti variopinte, formate di diverse stoffe, vivaci come striate piume, e mettevamo le rigide maschere a foggia di becco di uccello. Quindi scendevamo a balzelloni, al modo dei folli e agitando le braccia a guisa di ali, verso la piccola città dove l’alto albero della follia era stato eretto nella piazza del mercato vecchio.

Per una prospettiva inattuale

"Per una prospettiva inattuale" è l’articolo che vi proponiamo di Luciano Arcella, nato a Napoli, laureato in Filosofia presso l’Università di Roma La Sapienza, specializzato in Storia dell’Arte medioevale.

Transumanesimo uguale webete

un foglio di carta di riso, con impresse farfalle svolazzanti verso l’Alto! Così si presentò al nostro incontro e su quel foglio vi era impresso il suo regalo per noi, nel giorno del suo settantesimo compleanno. Aveva deciso, gioioso, proprio quel giorno perché non vi era miglior modo di trascorrere il proprio compleanno ed un nuovo giro di ruota che effondendo consapevolezza.

Il Carnevale. Lo scambio dei ruoli

è tempo di Pulcinella, Stenterello ed Arlecchino! Quanti in mascherina si vedono in giro e quanti pochi mascherati! I bambini a stento si notano a giocare travestiti. Eppure qualche coriandolo colorato risalta sul grigio dell’asfalto…

Altri articoli...