Economia - il Centro Tirreno - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
19
Sab, Giu

Economia

Le ultime notizie di economia in tempo reale, dall'Italia e dall'estero

Il progetto Texas Hsr che realizzerà Webuild si colloca ai primi posti al mondo nei collegamenti ferroviari più efficienti tra metropoli. Come Madrid-Barcellona, Tokyo-Osaka o Parigi-Lione, le due città di Dallas e Houston si trovano a una distanza ottimale affinché la linea ferroviaria possa garantire tempi di percorrenza ridotti rispetto all’automobile e costi competitivi rispetto all’utilizzo dell’aereo.

La firma del contratto con Texas Central per progettare e costruire la componente di infrastrutture civili della linea ad alta velocità, è la nuova tappa di un percorso che ha visto Webuild realizzare, nei suoi 115 anni di storia, oltre 2.000 progetti nelle situazioni più complesse sia dal punto di vista naturalistico (deserti, foreste) che metropolitano (grandi città con complessa mobilita da gestire nelle fasi di costruzione).  

Una linea ad alta velocità, la prima degli Stati Uniti, per collegare due grandi città, Houston e Dallas, in meno di 90 minuti e riscrivere la mobilità in Texas in chiave sostenibile. A realizzarla sarà il gruppo italiano Webuild che si è aggiudicato la maxi commessa da 16 miliardi di dollari.

"Riteniamo che 4 miliardi siano un contributo significativo per lo sviluppo economico del paese: rappresentano il 3,8% della produzione alimentare del paese, lo 0,57% della produzione industriale complessiva, il 12,8% del valore aggiunto generato dalla filiera alimentare, delle bevande e dei tabacchi cosi' come fotografato dall'Istat" nel 2020.

Nel 2020 il Gruppo Nestlé ha creato 4 miliardi di euro di valore condiviso in Italia (pari allo 0,24% del Pil), garantendo un importante contributo al sistema-Paese in un anno fortemente segnato dalle ripercussioni socioeconomiche dell’emergenza Coronavirus. E' quanto indica uno studio, redatto da Althesys Strategic Consultant, sull'impatto socio-economico dell'attività di Nestlé nel nostro paese dal titolo “Nestlé crea valore per l’Italia”.  

“Nestlé, da oltre 100 anni, grazie alla sua rilevante presenza su tutto il territorio, fornisce un contributo significativo per l’occupazione e la crescita del nostro Paese". E' quanto sottolineato da Marco Travaglia, Presidente e Amministratore Delegato Gruppo Nestlé Italia e Malta, commentando i dati sull'impatto socio-economico dell'attività di Nestlé nel nostro paese contenuti nello studio “Nestlé crea valore per l’Italia”.  

L’impegno di Nestlé a investire e creare valore in Italia proseguirà anche nei prossimi anni attraverso un piano di investimenti di oltre 200 milioni di euro per il triennio 2021 – 2023 con l’obiettivo di continuare a favorire l’innovazione e trasformare gli stabilimenti del Gruppo in veri e propri Hub, con capacità internazionale, che coniughino eccellenza alimentare e sostenibilità.