Serie A, Spadafora: "Sentiero per ripresa sempre più stretto" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Lun, Set

Serie A, Spadafora: "Sentiero per ripresa sempre più stretto"

Serie A, Spadafora: "Sentiero per ripresa sempre più stretto"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Vedo il sentiero per la ripresa della Serie A sempre più stretto". Lo dice il ministro dello sport e delle politiche giovanili, Vincenzo Spadafora, a 'Omnibus' su La7. 

Serie A, Spadafora:
Serie A, Spadafora: "Sentiero per ripresa sempre più stretto"

 

"In queste ore sono in corsi contatti tra la Figc e il Comitato tecnico scientifico -prosegue Spadafora-. Il protocollo che la Figc ha presentato nei giorni scorsi non è stato considerato sufficiente, tra oggi e domani si capirà se ci sono i margini per riprendere almeno gli allenamenti il che non vuol dire riprendere il campionato". "Certo che siamo nell'incertezza -aggiunge il ministro- ma l'alternativa all'incertezza è chiudere anticipatamente la stagione come hanno fatto in Francia e in Olanda e altri paesi".  

"Se fossi nei presidenti penserei a far riprendere gli allenamenti per cominciare in sicurezza il prossimo campionato", prosegue. "Il mio invito alla Lega di Serie A e alla Figc è di pensare a un piano B perché le soluzioni ci sono -aggiunge Spadafora-. Rimangono solo 3 o 4 presidenti che si stanno intestardendo nel voler ripartire a tutti i costi e non mi stupirei se nei prossimi giorni diversi presidenti mi chiedessero di far terminare questa stagione". 

"Entro questa settimana -prosegue il ministro- il Comitato tecnico scientifico ci dirà se il protocollo per la ripresa degli allenamenti è fattibile ma per la ripresa della Serie A a metà giugno è impossibile dare certezze perché dipenderà dalla curva dei contagi". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002