AstraZeneca, Speranza: "Stop vaccino deciso dopo dati Germania" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Dom, Nov

AstraZeneca, Speranza: "Stop vaccino deciso dopo dati Germania"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Lo stop al vaccino AstraZeneca in Italia è arrivato dopo una valutazione dei dati dell'agenzia sui vaccini della Germania. Lo ha affermato il ministro della Salute Roberto Speranza spiegando chela sospensione temporanea e in via precauzionale "è emersa a seguito di una valutazione dell’istituto tedesco per i vaccini, il Paul-Ehrlich-Institut".

"C'è stato un confronto prima a livello tecnico fra i direttori delle agenzie nazionali e poi un confronto di natura politica tra i ministri della Salute che ha portato a una misura di natura esclusivamente precauzionale", ha riferito rispondendo alle domande del direttore del 'Corriere della Sera', Luciano Fontana, durante l'online Talk Sanità organizzato da Rcs Academy, sul tema 'Strategie per la riforma del sistema e vincere la pandemia'. 

"Ora tutti i governi dei Paesi europei che si sono mossi in maniera unitaria nella giornata di ieri" sospendendo la vaccinazione con AstraZeneca "attendono il giudizio ulteriore" dell'Agenzia europea del farmaco Ema "per la giornata di giovedì su questi nuovi dati emersi in maniera particolare dalla Germania, ma anche in altri Paesi. Rispetto a questo pronunciamento, noi siamo fiduciosi che possano emergere tutti gli elementi di rassicurazione che ci consentano nel minor tempo possibile di ripristinare a ritmo pieno la vaccinazione". "Ma ribadisco che per noi i vaccini restano la chiave per vincere questa pandemia - torna a puntualizzare il ministro - La decisione assunta ieri dai principali Paesi europei è di natura esclusivamente precauzionale. E riguarda solo uno dei vaccini a disposizione". 

Speranza assicura che "chi ha fatto il vaccino AstraZeneca non deve preoccuparsi". "Il punto è semplice e chiaro: i vaccini sono e restano l'arma fondamentale con cui provare a uscire da questi mesi così difficili. Crediamo fortemente nei vaccini, nella nostra campagna di vaccinazione e continueremo con tutte le energie di cui disponiamo", ha voluto ribadire il ministro. Speranza lo ripete più volte e rinnova la sua "massima fiducia": i vaccini sono "la vera chiave per chiudere questa stagione difficile che con Covid stiamo attraversando già da un anno", conclude. 

 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002