Covid, la 'sardina' Cristallo: "Silenzio Draghi inquietante" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Dom, Nov

Covid, la 'sardina' Cristallo: "Silenzio Draghi inquietante"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Il 'cambio di passo' chiesto da Salvini, si realizza nel pieno della terza ondata. Trovo inquietante la scelta di cambiare (e dimezzare) in un momento tanto complesso, il Cts. Trovo altresì inquietante il silenzio del Presidente del Consiglio di fronte alla vicenda Astrazeneca". Lo dice all'AdnKronos Jasmine Cristallo, portavoce nazionale delle Sardine.

"Leggo titoli di giornale che recitano 'Draghi pensa di...' e mi chiedo perché, invece di spingere i cronisti all’interpretazione del pensiero, Draghi non dica. Non spieghi", sottolinea la militante calabrese.  

"Questo silenzio sarà anche 'elegante' e 'sintomo di stile e rigore istituzionale' e ancora 'un antidoto contro il populismo', ma qui c’è una nazione che meriterebbe d’essere rassicurata oltre che silenziosamente amministrata", sottolinea Cristallo.  

"Draghi tace, ma quel silenzio è colmato da pericolosa disinformazione e la disinformazione genera insicurezza e l’insicurezza è nutrimento per i populismi che quel silenzio vorrebbe contenere... . Nel pieno di una crisi di tali dimensioni i sentimenti che abitano un popolo, non possono essere ignorati o trattati come se fossero 'esponenti' di un Cda", conclude l'esponente del movimento nato in Emilia a fine 2019. 

 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002