Lo Stato Sociale, a Sanremo sarà Albi e non Lodo a cantare 'Combat pop' - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Gio, Set

Lo Stato Sociale, a Sanremo sarà Albi e non Lodo a cantare 'Combat pop'

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Sarà Albi, e non Lodo Guenzi, a cantare il brano 'Combat Pop', con cui Lo Stato Sociale partecipa alla 71ma edizione del festival di Sanremo. Lo storico frontman della band bolognese cede dunque per la prima volta il microfono al collega, in quella che si annuncia dunque un'esibizione ricca di sorprese. Albi è autore dell’ultimo capitolo dell'incredibile sfida '5 dischi per 5 artisti' de Lo Stato Sociale, uno per ogni componente della band.  

Dopo Bebo, Checco, Carota e Lodo, oggi esce infatti il suo 'Albi', su etichetta Garrincha Dischi/Island. Un totale di 4 tracce che rompe la geometria dispari cui ci avevano abituati i compagni del collettivo bolognese, proprio perché la quinta è 'Combat Pop', che sarà svelata per la prima volta all'Ariston. 'Albi' è un disco che parla (anche) dei ragazzi de Lo Stato Sociale perché racconta il valore delle relazioni interpersonali che, in una band, come in una famiglia, sono manifestazioni della società. "È una storia senza fine e senza un inizio preciso -dice Albi- diciamo che tutto ha preso forma quando ho capito cosa volevo fare nella vita: 'stare bene, fare stare bene e cantare viva la libertà'. Da quel momento mi sono immerso nelle relazioni cercando di rispettare questa mia identità, in un equilibrio instabile sopra la follia di questa strana società globale".  

Ed è così che la parola chiave di ogni canzone diventa 'rapporto': con il sistema ('Sesso, droga e lavorare'), con se stessi ('Fucking Primavera'), con l’altro in una relazione ('Belli così') e con chi non c’è più ('Equazione'). L’ultima traccia, infatti, diventa il ricordo indelebile dedicato a Mario, amico prematuramente scomparso a causa della leucemia. Tutte le royalties ricavate da 'Equazione' saranno devolute all’Ail, associazione italiana contro leucemie linfoma e mieloma. 

Per Albi suonare e giocare sono la stessa cosa, un po’ come nella lingua d’Albione si usa “play” per entrambe le accezioni: una via per divertirsi, per crescere e, ancora una volta, per relazionarsi con gli altri. La naturale conseguenza è circondarsi di una serie di amici per vestire le sue canzoni, "solo grandi artisti e persone meravigliose". Dai Selton a Cimini, mantenendo prevalentemente in regia Matteo Costa Romagnoli, Nicola Hyppo Roda e Francesco Brini - gli storici produttori de Lo Stato Sociale - ad eccezione delle prime due tracce affidate a Simon Says. 

"Il mio Sanremo è stato tre anni fa, non ce ne sarà mai un altro, e me l’hai regalato Questo sarà il tuo, per una volta non lascerai meriti a chi ti bacia in pubblico. Ah, notte. #love #rocknroll", gli dedica Lodo Guenzi sul suo profilo Instagram, pubblicando una foto dove i due si baciano sul palco.