Laura Pausini vince Golden Globe per la Miglior canzone - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Ven, Set

Laura Pausini vince Golden Globe per la Miglior canzone

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Laura Pausini vince il Golden Globe per la Migliore canzone originale con 'Io sì (Seen)'. L'annuncio è stato dato nel corso della cerimonia di premiazione della Hollywood Foreign Press. Il brano, frutto della collaborazione tra Pausini, Diane Warren e Nicolò Agliardi, è la colonna sonora del film 'La vita davanti a sé' di Edoardo Ponti con Sophia Loren.

Nel corso della diretta sulla Nbc la cantante ha detto "grazie mille", ma poco dopo sul suo profilo instagram, in inglese, Pausini ha scritto: "Non ho mai sognato di vincere un Golden Globe, non ci posso credere. Grazie mille alla Hollywood Foreign Press Association". 

"Voglio ringraziare Diane Warren dal profondo del mio cuore. È un onore incredibile - ha proseguito l'artista - poter ricevere un tale riconoscimento per la nostra canzone, e il fatto che sia la nostra prima collaborazione lo rende ancora più speciale. Grazie all'incredibile team Edoardo Ponti, Niccolò Agliardi, Bonnie Greenberg. Grazie a Netflix e Palomar production". 

Pausini non ha mancato di ringraziare la protagonista de 'La vita davanti a sé', Sophia Loren, esclusa dai premi. "Tutta la mia gratitudine e il rispetto per la meravigliosa Sophia Loren - ha scritto ancora - è stato un onore dare voce al tuo personaggio, per trasmettere un messaggio così importante, di accoglienza e unità. Dedico questo premio a tutti coloro che vogliono e meritano di essere 'visti'. A quella ragazzina che 28 anni fa vinse Sanremo e non si sarebbe mai aspettata di arrivare così lontano. All'Italia, alla mia famiglia, a tutti coloro che hanno scelto me e la mia musica e mi hanno reso quello che sono oggi. E alla mia bellissima figlia, che da oggi vorrei ricordare la gioia nei miei occhi, sperando che cresca e continui sempre a credere nei suoi sogni".