Scuola Lazio, sottosegretaria Floridia: "Riapertura prima di Pasqua si poteva evitare" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
13
Dom, Giu

Scuola Lazio, sottosegretaria Floridia: "Riapertura prima di Pasqua si poteva evitare"

Arte e Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

La riapertura delle scuole per il primo ciclo d'istruzione nel Lazio a singhiozzo per due giorni prima delle vacanze di Pasqua, contro la quale si sono tra l'altro espressi diversi sindaci della Regione "si poteva anche evitare, aspettando a dopo le feste, ma io ritengo che sia nulla questo caos e disagio rispetto al piacere e l'esigenza di far tornare i ragazzi in classe. Prima tornano a scuola e meglio è". Lo dice all'Adnkronos la sottosegretaria all'Istruzione del M5s, Barbara Floridia che ricorda: "Io sono per l'apertura delle scuole, perché non modifica la curva dei contagi".  

"Comprendo la senzazione di quello che può essere caos, ma è anche vero che è la complessità della nostra democrazia, che si crea quando i vari referenti dal Governatore, ai sindaci, al Governo non vanno nella stessa direzione con chiarezza". "Nei mesi scorsi - ricorda - si è creata confusione: il Governo diceva di tenere aperto e le scuole venivano chiuse dove non necessario". Adesso nello specifico del Lazio "comprendo il caos, ma credo che limitatamente ad un ritorno di due giorni non sia insormontabile". 

(di Roberta Lanzara)