Milva, Al Bano: "Onoratissimo quando incidemmo insieme 'Io di notte'" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Mer, Ott

Milva, Al Bano: "Onoratissimo quando incidemmo insieme 'Io di notte'"

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

"Non la vedevo da 20 anni ma sapevo tutto di lei tramite un amico comune. Milva è indimenticabile. E anche nella mia vita ha lasciato un'impronta importante. Quando mi chiamò per incidere insieme una nuova versione di 'Io di notte', un brano scritto da me nel 1966, ne fui onoratissimo. Io cantavo in italiano e lei in tedesco e il brano ottenne successo anche in Germania con il titolo di 'Zuviele Nächte ohne dich'". Al Bano ricorda così con l'Adnkronos Milva, scomparsa ieri a Milano all'età di 81 anni. 

"Ci vedemmo l'ultima volta quando venne ospite al programma 'Una voce nel sole', che conducevo nel 2001 su Retequattro. Duettammo, fu una serata affascinante. Lei era una donna molto interessante, partita da umili origini e cresciuta immensamente. Una donna con una grande carica umana" dice Al Bano. Che invece dei Sanremo in cui si trovarono entrambi concorrenti ha meno ricordi: "Da giovane io ero di una timidezza totale e quindi, di fronte a personaggi che ai miei occhi erano così grandi, un po' mi nascondevo...".