Libri: elogio della fraternità politica, il dialogo tra Grassi e Nancy sulla ‘facoltà di giudicare’ - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
16
Mer, Giu

Libri: elogio della fraternità politica, il dialogo tra Grassi e Nancy sulla ‘facoltà di giudicare’

Arte e Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Fratelli tutti, ma fratelli d’elezione: al di là dell’origine comune degli esseri umani, quella fratellanza che nasce dal condividere tutti lo stesso spazio/tempo e dall’avere origine nel comune ‘ignoto’, è nel riconoscimento di ciascuno da parte di tutti gli altri che emerge il senso della

fraternità politica. Sono le conclusioni a cui arriva Carlo Grassi, professore di Sociologia all’Università Iuav di Venezia, nel volume “La facoltà di giudicare. Sociologia dall’agire normativo”, in uscita il 6 maggio per Inschibboleth edizioni, edito con una prefazione e un saggio del filosofo Jean-Luc Nancy, professore emerito dell’Université des Sciences Humaines di Strasburgo.