Leonardo, nasce fondazione Med-Or: Minniti alla guida - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Sab, Lug

Leonardo, nasce fondazione Med-Or: Minniti alla guida

Economia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Un ponte attraverso il quale fare circolare idee, programmi e progetti concreti, rendicontabili e coerenti con il ruolo dell'Italia nel mondo globalizzato, sia sotto il profilo del trasferimento di tecnologie tradizionali e innovative sia sotto il profilo dell’alta formazione e del trasferimento capacitivo in sinergia con prestigiose Istituzioni accademiche e della ricerca nazionali e corrispondenti nei Paesi in cui vengono svolte le attività.

E' con questo intento che nasce 'Med-Or' - dal Mediterraneo allargato fin sotto il Sahara (Med), fino al Medio ed Estremo Oriente (Or) - la neonata fondazione di Leonardo la cui guida è affidata a Marco Minniti, l'ex ministro dell’Interno nel governo Gentiloni. Il presidente dovrebbe essere anche affiancato da un general manager. Nell'organizzazione dovrebbero figurare anche personalità che per il loro standing e i contatti mantenuti a livello internazionale potranno far valere la loro esperienza. 

Med-Or vuole essere un soggetto nuovo nel suo genere, globale e collaborativo. La fondazione, infatti, nasce per unire le competenze e le capacità dell’industria con il mondo accademico per lo sviluppo del partenariato geo-economico e socio-culturale con i Paesi del Mediterraneo allargato, dell’Africa Sub-sahariana, del Medio Oriente e dell’Estremo Oriente con l’obiettivo di porre le basi per uno sviluppo sostenibile ed integrato, nel rispetto delle specificità di ciascuno, legato a partnership strategiche di lungo periodo che, attraverso investimenti e sinergie industriali permetta all’Italia di esprimere il meglio delle proprie competenze. 

Una cabina di energia propositiva insomma che consentirà di unire i tratti geo-economici e culturali più diversi senza assumere una postura didascalica o d’indirizzo. La cabina, composta da eccellenze del mondo politico-istituzionale, industriale ed accademico permetterà la sinergia tra tutte le iniziative geo-economiche e culturali proiettate nelle aree geografiche di interesse, con una regola aurea impostata sul registro della concretezza, della rendicontabilità, della trasparenza rispetto agli investitori, siano essi economici, finanziari, culturali o di capitale umano. 

Med-Or, che punta quindi a favorire il dialogo costruttivo tra Paesi, Culture, Sistemi economici con l’obiettivo di enfatizzare il ruolo dell'Italia a livello globale, avrà anche una funzione attiva nello sviluppo di programmi strutturali nei settori dell’Aerospazio, della Difesa e della Sicurezza con l’obiettivo di sviluppare e consolidare le competenze e le capacità delle Aree geo-politiche cui si rivolge, nel rispetto degli ordinamenti e delle culture di rispettivo riferimento, con la realizzazione di soluzioni multipurpose ovvero in grado di sostenere ed accrescere la loro resilienza e sicurezza, in chiave tecnologica innovativa. 

Med-Or permetterà in particolare di consolidare le relazioni con gli stakeholder dei Paesi di interesse, al fine di qualificare Leonardo come un partner tecnologico innovativo nei settori dell’Aerospazio, della Difesa e della Sicurezza (Ad&S), secondo le linee-guida strategiche coerenti con la vision BeTomorrow2030.  

La nuova fondazione consentirà anche di individuare e perimetrare gli ambiti di interesse strategico dei Paesi ingaggiati, assorbendone i contenuti ed elaborando i Project-Concepts relativi; di selezionare i soggetti accademici con i quali e presso i quali inserire programmi di ricerca e sviluppo, oltre che di formazione, supportando le partnership con le Istituzioni accademiche e della ricerca nazionali; di organizzare e gestire iniziative incrociate tra università e centri di ricerca, curando il loro collegamento con opportunità di sviluppo della collaborazione industriale tra realtà Leonardo e le realtà compatibili dei Paesi d’interesse; di organizzare eventi, studi e ricerche funzionali alla definizione di aree di comune interesse secondo una logica 'push' verso l’innovazione, con l’obiettivo di accrescere le sensibilità e le competenze dei Paesi-target; di essere uno strumento catalizzatore di iniziative ed azioni funzionali alla sicurezza sanitaria post-pandemica ed alla resilienza complessiva dei Paesi ingaggiati.