Colao: 'Obiettivo sostituire carta e raccomandate con processi più rapidi' - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
01
Mer, Dic

Colao: 'Obiettivo sostituire carta e raccomandate con processi più rapidi'

Economia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

L'obiettivo è "far sparire la carta e le raccomandate, qualche volta ammetto che ricevo anche io multe a casa dal Comune. Tutte le volte penso al fatto che qualcuno è venuto, mi ha dovuto far firmare dei pezzi di carta, come si può rendere tutto questo un processo più rapido?". A dirlo è stato il ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione digitale, Vittorio Colao, parlando all'intervento di apertura della Milano Digital Week. 

"Le sfide che insieme dovremo vincere sono due: la prima -ha indicato Colao- è la sfida della privacy che è importante e va mantenuta, difesa, ma che non deve impedire a questo grande 'common good', che sono i dati, di esprimere il loro potenziale. Quindi dovremo trovare un modo di tutelare la prima a sfruttare anche la seconda".  

"Dobbiamo infine mantenere le spinte dal basso che arrivano dalle città, dai Comuni e dal territorio sulla digitalizzazione, ma cercare anche di realizzarlo con più armonizzazione in maniera da poter sfruttare il potenziale di dati a livello collettivo e analitico, opportunamente trattati, per avere, alla fine, migliori decisioni" ha indicato ancora Colao.