Rustichelli (Agcm): ‘Produzione vaccini ammessa da legge con esproprio uso brevetto’ - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
03
Mar, Ago

Rustichelli (Agcm): ‘Produzione vaccini ammessa da legge con esproprio uso brevetto’

Economia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

“Esiste già oggi nel nostro ordinamento la possibilità giuridica di produrre vaccini, garantendo non solo la salute pubblica, ma anche l’uguaglianza nell’accesso ai vaccini previsto dall’articolo 3 della Costituzione”. Così Roberto Rustichelli, presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, è intervenuto alla web conference “Legalità e concorrenza per il futuro del Paese”, organizzata da Centromarca in collaborazione con il Corriere della Sera, parlando dell’esigenza di contemperare le istanze della libera concorrenza e la tutela dell’innovazione. Il tema riguarda non solo i marchi, ma anche quello dei brevetti, come nel caso dei vaccini. 

“Il nostro Codice della proprietà industriale, agli articoli 141 e 142 – ha spiegato Rustichelli - prevede la possibilità di un intervento rapido tramite Dpr con cui si espropria, per ragioni di pubblica utilità, la titolarità o l’uso del brevetto, dietro corresponsione di un congruo indennizzo. Gli eventuali limiti, anche territoriali, possono essere superati attraverso il disposto dell’articolo 31 dell’accordo Trips (1994)”.