Papa lascia l'Iraq: "Prego per la pace, l’unità è la prosperità della nazione" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Ven, Set

Papa lascia l'Iraq: "Prego per la pace, l’unità è la prosperità della nazione"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Finisce il 33esimo viaggio apostolico del Papa in terra irachena. Il Pontefice, come di consueto al termine di ogni viaggio internazionale, ha fatto pervenire al Presidente iracheno Barham Salih un telegramma nel quale esprime “la profonda gratitudine” a lui e “all’amato popolo d’Iraq per la calda accoglienza e la generosa ospitalità”.

Bergoglio manda “fervidi auguri” ed eleva preghiere “per la pace, l’unità è la prosperità della nazione, invocando benedizioni” 

L’aereo papale, decollato dall’aeroporto di Baghdad, arriverà a Roma- Ciampino intorno alle 12.45. Prima del rientro in Vaticano è molto probabile che il Papa visiterà, come consuetudine, la Basilica di Santa Maria Maggiore per ringraziare la Salus populi romani. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002