Accuse Biden a Putin, senatore Mosca: "Usa si scusino o non finirà qui" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
05
Dom, Dic

Accuse Biden a Putin, senatore Mosca: "Usa si scusino o non finirà qui"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Sale la tensione tra Usa e Russia dopo le parole del presidente americano Joe Biden che ha definito Vladimir Putin "un assassino". Dopo che ieri Mosca ha richiamato l'ambasciatore russo a Washington, Anatoly Antonov, per "consultazioni", oggi in un post su Facebook il vice presidente del Consiglio della Federazione russa, la camera alta del Parlamento, Konstantin Kosachev, ha scritto che "non finirà qui se gli Usa non daranno spiegazioni e non si scuseranno".

"Simili dichiarazioni non possono essere tollerate in nessuna circostanza e porteranno inevitabilmente a un aumento delle tensioni tra i nostri Paesi - ha scritto Kosachev nelle dichiarazioni rilanciate dall'agenzia Tass - Il richiamo dell'ambasciatore negli Usa per consultazioni è una risposta immediata, adeguata e l'unica ragionevole in una situazione del genere". 

Secondo quanto ha reso noto nelle ultime ore l'ambasciata russa a Washington, Antonov, partirà sabato per Mosca. L'ambasciatore, si legge in un post diffuso su Facebook, "avrà incontri al ministero degli Esteri e con altre agenzie governative per discutere delle modalità per correggere i rapporti Usa-Russia, ora in crisi". 

"Quanto dureranno le consultazioni? Esattamente il tempo necessario per le consultazioni stesse", ha risposto la portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova, in dichiarazioni diffuse dal canale YouTube Soloviev Live e rilanciate dall'agenzia Tass. "Le consultazioni - ha ribadito - non si terranno solo al ministero degli Esteri, ma anche in varie agenzie governative". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002