Covid Brasile, riesumati morti per far posto a nuove vittime - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
02
Lun, Ago

Covid Brasile, riesumati morti per far posto a nuove vittime

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Drammatica la situazione causata dalla pandemia da Covid in Brasile, dove si è iniziato a riesumare i cadaveri per fare posto a nuove vittime del coronavirus. Accade nello Stato di Sao Paulo, dove questa settimana si è registrato un record di decessi. Ma sono diversi gli stati brasiliani ''in condizioni critiche'', come avverte l'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms). In totale, è aumentato a 325.284 il numero delle persone che hanno perso la vita per complicanze legate al Covid-19, facendo del Brasile il secondo Paese al mondo per numero di morti per coronavirus dopo gli Stati Uniti. Solo nelle ultime 24 ore sono 92mila i nuovi contagi e più di 3.700 le vittime. 

Di qui l'appello del presidente del Senato del Brasile Rodrigo Pacheco alle Nazioni Unite perché venga anticipato l'arrivo dei vaccini previsti dal programma Covax. ''La situazione che stiamo affrontando è particolarmente drammatica. Dati confermati dall'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) attestano che il Brasile è diventato l'epicentro mondiale della pandemia con oltre 12 milioni di casi confermati e oltre 300mila morti e una accelerazione preoccupante della curva del contagio", ha affermato. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002