Capitol Hill, l'ultimo messaggio dell'aggressore al fratello - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Ven, Set

Capitol Hill, l'ultimo messaggio dell'aggressore al fratello

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

''Mi dispiace, me ne vado e vivrò senza una casa. Grazie per tutto quello che hai fatto. Io ti ammiravo quando ero bambino. Mi hai ispirato molto". Recita così l'ultimo messaggio lasciato al fratello Brendan dall'aggressore di Capitol Hill, il 25enne Noah Green, ucciso dagli agenti a colpi d'arma da fuoco dopo essersi lanciato con la sua auto contro le barricate del Campidoglio a Washington e aver ucciso l'agente William Evans. Lo riporta il Washington Post, spiegando che il messaggio è stato inviato da Noah al fratello la notte prima dell'attacco. 

La sera prima dell'attacco stava molto male, era ''in pessime condizioni'' racconta Brendan Green, spiegando che il fratello soffriva di paranoia almeno dal 2019 e che aveva pensieri suicidi. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002