"George Floyd ucciso dalla polizia", la perizia del medico legale - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
15
Mar, Giu

"George Floyd ucciso dalla polizia", la perizia del medico legale

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

La morte di George Floyd è stata causata dal modo in cui è stato trattenuto dagli agenti di polizia. Lo ha detto un perito alla corte durante il processo per omicidio in cui è imputato l'agente Derek Chauvin, quello che pose il suo ginocchio sul collo di Floyd. 

Secondo l'esperto, Floyd è morto dopo che l'ufficiale si è inginocchiato sul suo collo dopo averlo fermato perché aveva tentato di utilizzare una banconota falsa in un minimarket. Il dottor Lindsey Thomas, un patologo forense che si è ritirato nel 2017 dall'ufficio del medico legale della contea di Hennepin, ha detto alla corte: "Questa è una morte in cui sia il cuore che i polmoni hanno smesso di funzionare. Questo è dovuto alla compressione delle forze dell'ordine". 

La difesa di Chauvin ha sempre sostenuto che ad uccidere l'uomo fossero stati l'uso di droghe o le malattie cardiache di Floyd. Ma l'autopsia ha escluso infarto, aneurisma e altre cause, e il dottor Thomas ha aggiunto che non si è trattato nemmeno di una morte per overdose di droga. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002