Lavoro - il Centro Tirreno - Quotidiano online
18
Dom, Apr

 

Oltre 600 posti di lavoro salvaguardati e un investimento di 250 milioni di euro a Catania, per produrre in una nuova struttura all’avanguardia i microchip del futuro. Un risultato ottenuto da STMicroelectronics, azienda globale leader nella realizzazione di dispositivi a semiconduttore utilizzati nel settore dell’automobile, nell’elettronica di consumo e in quella industriale. Il progetto è stato realizzato grazie al finanziamento di quasi 38 milioni di euro messo in campo da Invitalia con il contratto di sviluppo a STMicroelectronics, Cnr e Università di Catania.  

 

"Mario Draghi, il suo governo e la sua maggioranza sembrano aver archiviato, almeno temporaneamente, la parola pensioni. Per adesso l’obiettivo prioritario è quello di vaccinare i pensionati, poi si vedrà. Ma si tratta di una tregua armata, perché nell’attuale legislatura si sono liberati troppi avvoltoi in attesa del fatidico ‘superamento definitivo della riforma Fornero'". Lo dice ad Adnkronos/Labitalia Giuliano Cazzola, giuslavorista ed esperto di materia previdenziale. "Prima o poi, l’argomento tornerà all’ordine del giorno anche in vista dello scadere a fine anno di quota 100 (di cui sembra condiviso il mancato rinnovo)", ricorda Cazzola. "Col precedente governo erano circolate delle proposte, non solo di parte sindacale ma anche all’interno di tutti i partiti, tutte più o meno rivolte a superare all’indietro (a prima del 2011) la riforma Fornero. Draghi sa benissimo che quelle proposte sono insostenibili e che l’Unione raccomanda il ritorno alle regole introdotte nel 2011", aggiunge Cazzola. 

 

A seguito dello spiacevole episodio del furto di alcuni pc destinati ai ragazzi, Afidop-Associazione formaggi taliani Dop e Igp ha deciso di intervenire tempestivamente a supporto del progetto Sos Scuola della Fondazione Francesca Rava Nph Italia Onlus con una generosa donazione. La Fondazione Francesca Rava Nph Italia Onlus è in prima linea nell'emergenza Covid-19 sin da marzo 2020. Ha già supportato 30 ospedali in 11 regioni donando indispensabili attrezzature per le terapie intensive e inviando volontari sanitari specializzati.

 

Si chiama Panda Delivery ed è una nuova e innovativa start-up nata nella capitale da un’idea di Carlo Scardino, 36 anni, di Roma, con esperienza decennale nel campo della ristorazione, che nonostante la perdita del lavoro causata dalla pandemia non ha perso la voglia di fare e ha trasformato un momento di difficoltà in una grande opportunità. Panda Delivery è un servizio mirato a chi segue un piano alimentare, o vuole iniziarne uno, che consegna la spesa a domicilio organizzata in confezioni pre-porzionate, seguendo le quantità prescritte dal proprio esperto di alimentazione. In poche parole, consegna a domicilio tutto il necessario per seguire una dieta. 

 

Giuliano Gaiba è stato designato dagli azionisti per succedere a Gaetano Casertano come amministratore delegato del gruppo turistico Hotelturist - partecipato in maniera paritetica da Solfin e Cdp Equity al 46% e per il restante 8% da Isa - che opera in Italia con il marchio Th Resorts, uno dei principali player a livello nazionale attivo nella gestione di 30 strutture alberghiere - hotel, villaggi, resort - specializzato nel segmento leisure di fascia medio-alta.  

 

"Il governo ce l'ha con le imprese del settore estetico, visto che è stata disattesa una sentenza del Tar che sosteneva l'apertura dei centri estetici". Lo dice all'Adnkronos/Labitalia Roberto Papa, segretario nazionale Confestetica, associazione nazionale estetisti. "A gennaio - ricorda - il governo ha avuto la felice idea di chiudere i centri estetici, lasciando però aperti i parrucchieri; abbiamo fatto ricorso e abbiamo vinto. Nella sentenza c'è scritto che c'è stato un abuso di potere e che i relativi provvedimenti adottati dai tre dpcm sono illogici e immotivati". 

 

Dalla bottiglia di plastica al divano di un'azienda di design tra le più prestigiose in Italia. B&B, Gruppo italiano leader nel settore dell’arredo di design di alta gamma a livello internazionale, accelera verso la transizione ecologica anche grazie a Borea, nuova collezione outdoor 2021 disegnata da Piero Lissoni, le cui cuscinature, spiega ad Adnkronos/Labitalia Gilberto Negrini, Ceo di B&B Italia, "sono progettate all’insegna della sostenibilità, perché realizzate in fibra di poliestere ottenuta dal riciclo di bottiglie di plastica Pet".

 

Un piano industriale che, tra il 2021 e il 2024, prevede investimenti per 500 milioni di euro e la creazione di 3.000 posti di lavoro, tra le province di Napoli e Caserta, con l’obiettivo di rafforzare il sistema logistico del Sud Italia. E' quello presentato dagli imprenditori Michele, Ferdinando e Carlo Canciello, alla guida del Gruppo Marican. 

 

Un settore invecchiato dove solo l'11% della manodopera ha meno di 30 anni e con zero opportunità di percorsi di carriera. Sono queste le principali ragioni per cui, nonostante il pressante fabbisogno di personale (circa 20-30.000 lavoratori), i giovani non si avvicinano alle costruzioni, che pure sono uno dei settori in netta ripresa e in netta trasformazione. Costruire nel 2021 significa, infatti, un nuovo ciclo dell'ambiente costruito, nuove tecniche di progettazione e costruzione, e nuovi materiali in una fase di ripresa marcata del settore.  

 

Pronti a ripartire. Lo storico marchio del turismo 'made in Italy' Valtur scalda i 'motori' dei propri villaggi turistici sulle coste italiane e si prepara ad accogliere i turisti in piena sicurezza, nonostante l'emergenza Covid-19. "Abbiamo un'ottimistica aspettativa di apertura dei nostri villaggi mare in Italia, sia a marchio Valtur che Nicolaus, senza dubbio, già a giugno", racconta in un'intervista ad Adnkronos/Labitalia, Sara Prontera, marketing manager di Valtur, che è stato acquisito dal Gruppo pugliese Nicolaus. Oggi, con i due marchi Valtur e Nicolaus, sono 33 i villaggi turistici tra l'Italia e l'estero, di cui ben 26 nel nostro Paese. 

 

"Giudichiamo molto positivamente le parole del premier Draghi sulla necessità di riaprire le fiere. Noi siamo un motore strategico per le pmi e per l'economia del Paese, come anche per il turismo". Così, con Adnkronos/Labitalia, Maurizio Danese, presidente di Aefi, l'associazione di riferimento delle Fiere italiane, commenta le parole di ieri del premier Draghi sulla necessità di una riapertura dei quartieri fieristici italiani.  

Altri articoli...

Seguici anche su Facebook

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato