Federmanager, Stefano Cuzzilla riconfermato presidente
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
26
Gio, Mag

Federmanager, Stefano Cuzzilla riconfermato presidente

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Il congresso Federmanager, riunito oggi in seduta straordinaria, ha riconfermato Stefano Cuzzilla alla presidenza della Federazione dei dirigenti del settore industriale e servizi. Attualmente al suo secondo mandato, Cuzzilla ha ricevuto il consenso del 98,4% dei delegati votanti, con nessun voto contrario, e guiderà quindi Federmanager fino al 2024.

"Sono molto onorato - dichiara Cuzzilla - di aver ricevuto una così larga fiducia da parte delle colleghe e dei colleghi. Lo ritengo un riconoscimento per gli obiettivi raggiunti in questi anni e soprattutto uno stimolo per il futuro, per il rilancio e la crescita di questa organizzazione".  

La delibera odierna consente al presidente in carica di proseguire il lavoro in via eccezionale per far fronte all’emergenza determinata dalla pandemia Covid-19 e per garantire continuità nella governance dal punto di vista istituzionale e delle relazioni industriali, riconoscendo al presidente incaricato caratteristiche personale e professionali adeguate alla sfida.  

"In questo momento di crisi sanitaria ed economica - afferma Cuzzilla - il management industriale si merita una rappresentanza forte, che dimostri coesione e capacità di intervento. Le difficoltà che stiamo attraversando, dentro e fuori l’impresa, richiamano la necessità di dotarci di strumenti innovativi e di competenze manageriali consolidate per superare le criticità. Sono determinato a portare avanti questa missione nell’interesse della categoria e nell’interesse del Paese".  

"Non mancherà il nostro contributo alle istituzioni per la definizione e per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza così come massima sarà la nostra collaborazione con le altre parti sociali, a partire da Confindustria e Confapi, per rilanciare produttività e competitività del sistema economico", conclude il presidente. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.