Seghezzi (Adapt): "Nelle imprese italiane scarsa cultura su importanza manager"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
09
Mar, Ago

Seghezzi (Adapt): "Nelle imprese italiane scarsa cultura su importanza manager"

Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

"Dai dati europei che abbiamo analizzato per il secondo report di Labour Issues, realizzato da Cida e Adapt e che uscirà tra qualche giorno, emerge una scarsa cultura manageriale ossia una scarsa cultura delle imprese sulla necessità di dover ricorrere alle figure dei manager per strutturarsi e svolgere le proprie attività". Lo ha detto Francesco Seghezzi, presidente Fondazione Adapt, nel corso della presentazione del primo Rapporto Cida-Censis "Il valore dei manager per tornare a crescere nel benessere-Perché con più manager la Pa sarebbe subito pronta per la buona gestione dei fondi Ngeu e non solo''. Labor Issues è un rapporto trimestrale sul lavoro realizzato da Cida in collaborazione con Adap: il secondo report è dedicato a un confronto europeo con un focus sulla parte manageriale. 

"Ci siamo occupati del numero dei dirigenti in Italia -ha detto Seghezzi-paragonati al contesto europeo, tema non banale perché sappiamo che le fonti sono diverse e c'era bisogno di ricostruirle. A livello europeo la categoria manager (che comprendono non solo i dirigenti ma anche altre figure di natura direttiva) presenta un quadro molto diversificato. con percentuali superiori al 10% di manager sul totale degli occupati in Inghilterra e Lettonia, tra l'8 e il 10% in altri Paesi come Belgio, Lituania e Norvegia e, poi, ci sono Paesi con percentuali molto basse. L'Italia è al sestultimo posto con 3,5 manager per ogni 100 dipendenti". 

"Inoltre, i dati eurostat ci dicono quanti sono i manager dipendenti e quanti gli autonomi: l'Italia ha un'anomalia importante perchè è l'unico Paese che ha più autonomi che dipendenti. Forse perché tra gli autonomi vengono considerati gli imprenditori stessi, e una dimensione aziendale spesso ridotta non è l'unica spiegazione così come la presenza di aziende familiari. Manca proprio la cultura dei manager in azienda", ha concluso Seghezzi. 

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.