Meloni: "Draghi più chiusurista di Conte" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Meloni: "Draghi più chiusurista di Conte"

Video News
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

"Ormai mi aspetto poco, francamente Draghi sul tema delle riaperture è stato deludente, la sua è stata una politica più 'chiusurista' di quella di Conte". Lo dice Giorgia Meloni, in una intervista all'AdnKronos, parlando delle decisioni attese lunedì, dopo la cabina di regia di Palazzo Chigi, chiamata a valutare l'allentamento eventuale delle misure restrittive anti-covid.

"Conte - sottolinea la leader di Fdi - lo scorso anno dopo il lockdown, aveva riaperto tutte le attività senza coprifuoco, all'esterno e all'interno, il 18 di maggio, qui invece stiamo ancora parlando se tenere il coprifuoco alle 22 o alle 23, e siamo al 17 di maggio".  

"Io - aggiunge - penso che il coprifuoco sia una misura illegittima, che serva solo a educare i cittadini a un governo che dispone della tua libertà, penso che un governo di una nazione democratica non abbia tra le sue facoltà quella di decidere quando la gente esce di casa. La proposta di Fratelli d'Italia è la riapertura di tutte le attività con protocolli di comportamento dei quali il governo deve assumersi responsabilità: nessun coprifuoco, nessuna limitazione della libertà delle persone". 

"Noi abbiamo provato a portare questi temi in Parlamento, non c'è stata grandissima solidarietà, però ricordo che la nostra è una repubblica parlamentare, la repubblica parlamentare non si può difendere solo quando serve a fare gli inciuci, se in Parlamento, come dicono tutti, la stragrande maggioranza è favorevole ad abolire il coprifuoco, riaprire le attività e consentire le cerimonie, allora votino con Fratelli d'Italia". 

"Voglio proporre al presidente del Consiglio Mario Draghi di avere un incontro periodico con l'opposizione, con Fratelli d'Italia, nel quale poter insieme ragionare sulle priorità della nazione, nel rispetto delle nostre reciproche posizioni", la proposta al premier di Meloni, che ricorda come "Fratelli d'Italia è all'opposizione, la sua è una opposizione responsabile e patriottica, che pone una serie di questioni, anche di interlocuzione con il premier Mario Draghi". "Con Draghi - ricorda Meloni - abbiamo avuto diversi incontri, ci siamo scritti delle lettere per segnalare dei problemi, sicuramente c'è attenzione al ruolo dell'opposizione, necessaria a maggiore ragione in un quadro così particolare, dove la maggioranza copre la gran parte dell'arco parlamentare". 

"Noi siamo una opposizione che guarda all'interesse del paese -scandisce la leader di Fdi -. Draghi spera di fare bene nell'interesse della nazione, vale la pena, soprattutto quando non ci sono cose da chiedere che maggioranza e opposizione si parlino, per confrontarsi sulle principali necessità della nazione". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002