Governo Draghi, il 'ritorno' di Berlusconi - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
02
Lun, Ago

Governo Draghi, il 'ritorno' di Berlusconi

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Silvio Berlusconi alla Camera per guidare la delegazione di Forza Italia nelle consultazioni con il premier incaricato Mario Draghi. 

Berlusconi è arrivato dall'ingresso laterale di via della Missione ed è ressa di giornalisti e tv. Come ai vecchi tempi. Per lui un vero e proprio 'ritorno', visto che mancava dall'Italia dal lockdown causa Covid e non metteva piedi a Montecitorio da più di un anno. Ad attendere a 'debita distanza' il Cav volato a Roma con il suo aereo c'era un nugolo di telecamere e microfoni. 

L'ex premier è entrato all'interno del garage della Camera a bordo dell'auto blu, guardato a vista dai suoi storici body guard ma è voluto uscire a piedi per salutare i cronisti. Il leader azzurro non ha resistito e a favore di telecamere tra i flash dei fotografi si è tolto per una manciata di secondi la mascherina Ffp2 che indossava. 

''Buon lavoro a tutti'', ha detto il presidente di Forza Italia rivolto ai media per poi rientrare velocemente dentro, accompagnato dai capigruppo Maria Stella Gelmini e Anna Maria Bernini e dal numero due del partito, Antonio Tajani, e da alcuni fedelissimi della vecchia guardia come Valentino Valentini.