Governo, Ciampolillo arriva in extremis. Di nuovo - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
30
Ven, Lug

Governo, Ciampolillo arriva in extremis. Di nuovo

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

''Vuole intervenire per che cosa? In dissenso? Ma lei per la verità non era iscritto. Arriva sempre all'ultimo momento...''. La presidente del Senato Elisabetta Casellati, terminate le dichiarazioni di voto e quelle in dissenso, si sente chiamare da Lillo Ciampolillo. Memore del voto alla fiducia del governo Giuseppe Conte in zona Cesarini che sollevò tante polemiche, Casellati non si trattiene: ''Ogni volta arriva all'ultimo...''.

Si sentono mugugni e qualche grido di protesta all'indirizzo di Ciampolillo che assicura: ''Presidente, io non sono arrivato all'ultimo, mi ero iscritto in dissenso...". Casellati cede: ''Va bene parli pure in dissenso ma ogni volta...''. Ovazione, alla fine, quando il senatore vota alla seconda chiama.